Segnalazioni news Radio Siena Tv

Hai una notizia da segnalarci?
Da oggi puoi farlo con la sezione Segnalazioni di Radio Siena TV


Home Sport All’Emma Villas non basta una grande grinta
All’Emma Villas non basta una grande grinta
0

All’Emma Villas non basta una grande grinta

0
0

Tuscania vince al tie breack al PalaEstra

Tuscania sbanca il PalaEstra e costringe la Emma Villas Siena alla prima sconfitta stagionale casalinga. E’ una gara lunghissima e tiratissima, che dura due ore e dodici minuti, e che gli ospiti riescono a fare propria dopo tanti cambiamenti di scenari nel corso della sfida. Finisce 2-3 per i laziali che vincono il primo, il terzo ed il quinto set.

Coach Tofoli inserisce Spadavecchia e Vedovotto in sestetto. La gara inizia subito su ritmi alti, Tuscania trova punti con buone giocate sia con gli schiacciatori che con i centrali. Calonico si mette immediatamente in evidenza, ma da parte senese gli risponde Patriarca. E’ un “one man show” ad inizio match con il numero otto dei senesi che mette a segno punti su punti (saranno 7 per lui in questo set), facendosi trovare pronto sulle alzate di capitan Fabroni. Il set rimane sul filo dell’equilibrio, fino a quando il turno di battuta di Sesto non crea un divario importante tra le due squadre. Padura Diaz non ha ancora trovato le misure: il cubano viene murato da Ottaviani e in un’altra circostanza spedisce il pallone fuori: per lui magre soddisfazioni in avvio di partita. Tuscania si porta sul +5: 15-20. Il primo parziale sembra compromesso, ma la Emma Villas prova uno scatto di orgoglio con il muro vincente di Patriarca e poi costringendo Shavrak ad una difficile schiacciata che infatti l’ucraino mette fuori.  E’ Daniel De Souza a chiudere il primo set murando Vedovotto: 21-25.

Nel secondo set la gara prosegue sull’onda del primo. Shavrak continua a beffare il muro senese, mentre Padura Diaz trova duro di fronte a sé. La Emma Villas commette qualche errore di troppo, mentre Tuscania è anche baciata dalla fortuna, quando il servizio di Pinelli trova il nastro prima di cadere nella parte di campo senese. Ma Siena rialza la testa e recupera da -3. Padura Diaz trova un muro vincente, Russomanno segna un ace. All’improvviso il team senese sembra aver trovato le giuste misure. Vedovotto ora va a segno con continuità e diventa un fattore rilevante anche Spadavecchia a muro. Vedovotto è “on fire” e mette a terra il 20-17. E’ ancora uno scatenato Vedovotto a far male alla difesa di Tuscania. L’errore di Ottaviani chiude il secondo set sul 25-21. Nel secondo set Siena ha visto crescere la propria percentuale in attacco dal 41 al 50%. La Emma Villas chiude il parziale con 6 punti di Vedovotto e 6 di Padura Diaz.

La Emma Villas scappa via nel terzo set con un paio di giocate di alto livello, con Vedovotto che mura Shavrak e con Spadavecchia che al servizio spedisce il pallone proprio sulla riga. Padura Diaz martella ancora, imitato da Renato Russomanno e da Filippo Vedovotto: le percentuali in attacco di Siena crescono nuovamente. E anche il muro senese funziona bene: Fabroni mura Daniel De Souza. C’è però gara e Tuscania rientra fino al 20-19. Shavrak spedisce out, ma la Emma Villas sbaglia il terzo servizio consecutivo. Si decide tutto nel finale. E Spadavecchia mura Daniel per il 24-22. Il set point lo salva Daniel con un ottimo muro su Vedovotto. Si va comunque ai vantaggi, ma Tuscania ha la meglio grazie ad un ottimo Daniel: 26-28.

Quarto set. Siena parte 3-0 ma viene subito rimontata fino al 3-4. Il muro di Tuscania continua a dare i suoi frutti con Padura Diaz che vive alterne fortune. Siena cerca di riorganizzarsi e Fabroni smista il gioco provando più soluzioni. Ne trova di buone su Spadavecchia e Russomanno. Ma è il muro a fare la differenza: quando funziona, Siena torna in vantaggio, come quando Padura Diaz trova i tempi giusti su Daniel: 10-9. Padura Diaz trova un paio di soluzioni molto positive e Siena ora vive un momento felice che prosegue con un muro di Spadavecchia e con un ace di Patriarca. Il muro di Vedovotto porta la Emma Villas molto vicina alla vittoria del quarto set: 20-17. Il +4 arriva quando Patriarca chiude la porta a Shavrak. Ancora Patriarca che mura Daniel e poi Vedovotto la chiude sul 25-20.

E’ tie break. I protagonisti sono da un lato Daniel e Shavrak e dall’altra Vedovotto e Padura Diaz. Un paio di errori della difesa senese spianano la strada a Tuscania, ma ci pensa Williams Padura Diaz a rintuzzare in più di una circostanza. Cesarini è autore di un salvataggio da applausi nell’azione chiusa dall’opposto cubano che porta sul 7-7. In palleggiatore Pinelli prova un altro salvataggio di piede (già riuscitogli in precedenza) ma stavolta non riesce a salvare sulla schiacciata di Russomanno. Spadavecchia e Daniel sbagliano i rispettivi servizi ed il risultato è sul 10-10. Calonico diventa un po’ a sorpresa il principale terminale offensivo degli ospiti, al quale replica Patriarca. Le due squadre sono arrivate fino al 12-12. Padura Diaz buca il muro per il 14-13 ed è match point. Shavrak va a segno e poi Spadavecchia manda fuori. Ora il match point ce l’ha Tuscania. Russomanno manda fuori e finisce 14-16.

Emma Villas Siena – Maury’s Italiana Assicurazioni Tuscania 2-3 (21-25; 25-21; 26-28; 25-20; 14-16)

EMMA VILLAS SIENA: Fabroni 1, Noda Blanco, Vedovotto 23, Padura Diaz 25, Patriarca 17, Russomanno 12, Cannistrà, Spadavecchia 11, Di Tommaso, Cesarini (L), Battista (L), Menicali. Coach: Tofoli.

MAURY’S ITALIANA ASSICURAZIONI  TUSCANIA: Buzzelli, Calonico 14, Marchisio (L), Sesto 2, Vitangeli 4, Ottaviani 11, Pinelli 3, Mazzon 1, Bondini, De Souza 33, Shavrak 8, Pieri (L). Coach: Montagnani.

Video Check: richiesto nel primo set da Siena sull’8-10 (decisione cambiata) e da Tuscania sull’11-9 (decisione cambiata); richiesto nel secondo set da Siena sul 4-6 e da Tuscania sul 24-20; richiesto nel terzo set da Tuscania sul 10-5 e sul 23-22 e da Siena sul 21-21; richiesto nel quinto set da Tuscania sul 9-9 e da Siena sul 14-15.

Dal sito http://www.emmavillasvolley.com/

Canale 90

Subscribe
Don't show again

Canale 90

Subscribe
Don't show again