Home Sport Il Costone non si ferma: Fucecchio battuta 83-79
0

Il Costone non si ferma: Fucecchio battuta 83-79

0
0

Gara complicata, risolta nel finale da una raffica di triple degli esterni gialloverdi

La Vismederi Costone prosegue la propria galoppata vincente, cavalcando a pelo un destriero che nella dirittura finale si dimostra più potente di quello montato dalla Boldrini Selleria Fucecchio. Una gara complicata per i gialloverdi (Ricci e Nepi out) che si aggiudicano il ‘prix’ del PalaOrlandi grazie a una raffica di triple messe a segno nell’ultima frazione di gioco, con gli avversari che alla fine rientrano ‘domati’ nella propria scuderia. La buona partenza dei senesi aveva illuso chi sperava in una facile affermazione; dopo il 9-2 del 3’, maturato grazie alle bombe iniziali di Manetti, Tognazzi e Benincasa, il match si è incanalato su binari assai equilibrati, anche perché i padroni di casa sono apparsi molto disordinati soprattutto in fase offensiva e non perfetti nelle chiusure. Abili gli ospiti a sfruttare le giocate uno contro uno, soprattutto di Dzigal e dell’incontenibile Lazzeri (mvp dell’incontro) che sembrano andare a nozze con l’individuale applicata praticamente per tutto l’arco dell’incontro da coach Binella che ancora una volta ha dimostrato di non amare le difese a zona. A metà gara Fucecchio addirittura opera il sorpasso (39-40 al 22’), ma la Vismederi piazza un 7-1 che rimette a bada momentaneamente i puledri fiorentini, mai domi, tanto che al 27’ è di nuovo parità (48-48). Al 3° giro c’è una sola incollatura di vantaggio per i colori della scuderia gialloverde, ma ecco che gli esterni senesi iniziano a ‘nerbare’ il canestro avversario dai 6,75 con una sequenza straordinaria, grazie ai vari Bonelli, Benincasa, Bruttini e Manetti, tanto che il risultato si fissa sul 78-69 a 1’ e 50” dal termine. Ma non è finita qui: con un’impennata di carattere, i biancoverdi, orfani di Tessitori, in panchina per onor di firma, ma forse più dinamici in virtù di questa pesante assenza, riescono a rimanere a cavallo praticamente fino a una manciata di secondi dalla sirena conclusiva, grazie a triple disperate che arroventano un finale incandescente, con Strozzalupi che sigla l’80-79 a 12” dal traguardo. Con Bruttini e Tognazzi in panca per 5 falli, la Vismederi tenta disperatamente di evitare i supplementari; il fallo sistematico dei ragazzi di Aprea mette in ansia i senesi, ma l’espulsione di Berni a 1” dal termine, che protesta pesantemente contro una decisione arbitrale) mette la parola fine a una competizione avvincente, regolata dalla lunetta da capitan Bonelli, cavaliere senza tempo.

Segnalazioni news Radio Siena Tv

Hai una notizia da segnalarci?
Da oggi puoi farlo con la sezione Segnalazioni di Radio Siena TV