Asciano: il Museo di Palazzo Corboli celebra 20 anni di attività. Si inaugurano gli 'affreschi ritrovati' del XIV secolo

Recuperati 21 frammenti di affresco, che erano stati strappati negli anni ’90 dalla stanza attigua alla stanza di Aristotele e recentemente riacquistati dall’Amministrazione comunale

Di Redazione | 13 Maggio 2022 alle 19:30

Il Museo civico archeologico e d’arte sacra Palazzo Corboli di Asciano celebra 20 anni di attività con un evento in programma sabato 14 maggio, a partire dalle ore 16.

Dopo aver recentemente ottenuto il riconoscimento di museo di rilevanza regionale, saranno presentati il nuovo allestimento del museo curato dall’architetto comunale Rolando Valentini e dalla coordinatrice dei Musei di Asciano Elisa Rubegni, oltre agli interventi di ammodernamento ed efficientamento energetico del museo. Inoltre, saranno presentate le ultime novità con l’aggiornamento delle didascalie in lingua italiana ed inglese e le nuove attività promozionali inserite all’interno del progetto regionale ‘Amico Museo’. “Celebrare i venti anni di attività del museo – spiega la vice sindaco e assessore alla cultura Lucia Angelini – è un traguardo che vogliamo condividere con tutta la comunità. Palazzo Corboli è uno dei presidi culturali più significativi presenti sul territorio e il recente riconoscimento regionale lo testimonia. Come Amministrazione comunale siamo impegnati in un’opera di continuo sviluppo di questa che riteniamo una vera e propria risorsa e sulla cui valorizzazione dobbiamo incessantemente continuare a programmare e a lavorare”.

“E’ per me un onore poter essere presente ad una ricorrenza così significativa che coincide con la presentazione di importanti novità che riguardano la vita del museo in un’ottica di programmazione futura – aggiunge la coordinatrice dei Musei di Asciano Elisa Rubegni. Dal riconoscimento regionale al recupero degli affreschi, passando da interventi di promozione il nostro museo si prepara ad affrontare i prossimi venti anni da protagonista”.

L’evento sarà l’occasione per l’inaugurazione del primo stadio del restauro degli affreschi del XIV secolo, provenienti dal vicino Palazzo Bargagli Stoffi. Si tratta di un progetto curato dalla Associazione Arca e finanziato dall’Amministrazione Comunale; un progetto che è ormai arrivato al termine della prima fase, relativa alla rappresentazione di “San Francesco che riceve le stimmate”. Si tratta del recupero di 21 frammenti di affresco, che erano stati strappati negli anni ’90 dalla stanza attigua alla stanza di Aristotele e recentemente riacquistati dall’Amministrazione comunale. Alla cerimonia interverranno il sindaco di Asciano Fabrizio Nucci, la vice sindaco e assessore alla cultura Lucia Angelini, i componenti della Giunta e del Consiglio comunale, il presidente della Fondazione Musei Senesi Alessandro Ricceri, la coordinatrice scientifica dei Musei di Asciano Elisa Rubegni.



Articoli correlati