Basket: buona la prima per Virtus Siena e Costone. Vittorie a domicilio su Altopascio e Agliana

Vittorie esterne all'esordio in campionato sia per la formazione di coach Franceschini (81-97) che per il team guidato da Fattorini (71-77)

Di Redazione | 2 Ottobre 2022 alle 20:46

Buona la prima per la Stosa Virtus Siena che si aggiudica il match di Ponte Buggianese contro Altopascio con il punteggio di 81-97.

Dopo un primo quarto equilibrato, la Stosa piazza lo strappo nel secondo periodo andando a riposo con quindici lunghezze di vantaggio (30-45). Nel terzo periodo la Virtus gestisce il vantaggio, ricacciando indietro i tentativi dei padroni di casa di ridurre le distanze. Nell’ultima frazione Altopascio riapre la partita, riportandosi a -6, ma Gerlando Imbrò e Gabrio Costantini prendono per mano i rossoblu guidando la Stosa Virtus Siena al primo successo nella Serie C Gold 2022/23.

Partono subito con il piede giusto i rossoblu a segno con Caridi. Dall’altra parte risponde Creati, ma Bartoletti e Costantini portano i rossoblu sul 4-9. Mecherini non sbaglia, poi Nanni Pieri realizza per la parità (9-9 a metà quarto). La Stosa trova un parziale di 6-0 (9-15 3’44”) e torna in vantaggio. Creati chiude il parziale ed apre un botta e risposta tra le due formazioni . La tripla di Imbrò vale il 14-20 a 1’20”. Berardi chiude il primo quarto sul punteggio di 14-22.

Nella seconda frazione, Franceschini manda in campo Riccardelli reduce da un lungo periodo di stop per infortunio. Mencherini realizza, ma Imbrò piazza due triple per il 18-29 a 7’32”, costringendo la squadra di casa al time out. Al rientro in campo è ancora Imbrò a realizzare da tre punti, subendo fallo e completando il gioco da 4 punti con il libero supplementare (18-33 a 6’42”). Caridi sbaglia due liberi ma si fa perdonare appoggiando il canestro del +15 a metà secondo quarto (20-35). Bini e Mencherini riavvicinano Altopascio 25-38, ma la Virtus è brava a tenere le distanze e Olleia dall’angolo manda le due squadre nello spogliatoio sul 30-45.

La Stosa gestisce il vantaggio, con Altopascio che cerca di ricucire lo strappo ma senza riuscirci. Bartoletti realizza per il 36–53 passati tre minuti di gioco dalla rimessa a centro campo. Salazar risponde, ma la Stosa replica con le triple di Bartoletti e Costantini per il +21 (38-59) a 6’30”. Altopascio prova ad avvicinarsi con un parziale di 7-0 portando il divario a 13 punti e costringendo coach Franceschini a chiamare time out. Caridi chiude il parziale di casa con due canestri consecutivi, seguito da Bartoletti dalla lunetta per il 66-47 a 3’. Altopascio deve fare a meno di creati, out per espulsione per un doppio antisportivo, e Salazar per cinque falli, ma trova un parziale di 6-0 che la riavvicina a -14 (54-68) in chiusura di terzo periodo.

Altopascio prosegue il break in avvio dell’ultima frazione di gioco e riapre la partita portandosi a -8 (60-68 a 7’37”). Mencherini sale in lunetta per il tecnico fischiato alla panchina rossoblu e non sbaglia i liberi del -6. Costantini trova la tripla ma Mencherini risponde. Ancora Costantini a trovare il canestro dall’arco (a 6’, 65-74). Bartoletti con 1/2 dalla lunetta riporta a 10 le lunghezze di Vantaggio della Virtus, ma Nannipieri replica all’azione successiva. Caridi non sbaglia. Mencherini realizza per i suoi. Il tocco di Costantni vale il nuovo +10. Arrabito trova la tripla, ma Imbrò trova ne trova due per il 72-85 a 3’30”. Arrabito realizza di nuovo dall’arco ma Imbrò ricaccia nuovamente indietro Altopascio (75-88 a 1’48”). I padroni di casa si avvicinano di nuovo dalla lunetta, ma Caridi trova un gioco da tre punti per il 91-77 e Costantini dall’arco chiude virtualmente la partita. Arrabito replica allo stesso modo, ma Bartoletti sbaglia la tripla ma subisce fallo e realizza i tre liberi supplementari. La Virtus si prende la prima di campionato, battendo Altopascio con il punteggio di 81-97.

“Abbiamo giocato una bella partita – ha commentato Filippo Franceschini. Siamo stato sempre in controllo, riuscendo a rispettare il piano partita fin da subito mettendo aggressività e intensità. Siamo ‘inciampati’ tra il terzo ed il quarto quarto, ma siamo stati bravi a tenere la partita in controllo”.

BAMA NUOVO BASKET ALTOPASCIO-STOSA VIRTUS SIENA 81-97 (14-22; 30-45; 54-68)

BAMA NUOVO BASKET ALTOPASCIO: Creati F 7, Ghiarè ne, Biondi, Bini Enabulele 2, Creati M 6, Tarzan 2, Salazar 11, Mandroni, Lorenzi ne, Arrabito 20, Nannipieri 9, Mencherini 24. All. Antonini.

STOSA VIRTUS SIENA: Cacciatori, Berardi 5, Bartoletti 16, Banchero 3, Caridi 20, Bianchi ne, Ricciardelli 2, Olleia 7, Costantini 22, Imbrò 22, Calvellini. All. Franceschini.

Inizia con una vittoria anche il campionato della Vismederi Costone. Alla vigilia di questa gara, coach Fattorini aveva chiesto ai suoi di “tirare fuori la personalità”, e così è stato. La truppa senese, ancora orfana di Ceccarelli e Juliatto, stringe i denti e mette in scena una prestazione tutta grinta e cuore, nonostante tanti giocatori reduci da infortunio. In particolare, Terrosi è autore di una gara da ben 18 punti, 7 rimbalzi e +19 di valutazione. Dopo il match il direttore gialloverde, Andrea Naldini, ha voluto fare i suoi complimenti alla squadra: “Siamo ripartiti da dove eravamo rimasti, con una bella vittoria. Vedere questi ragazzi dare tutto quello di cui erano capaci è una gioia per gli occhi, mi rende orgoglioso del gruppo che abbiamo allestito”. “Sono entusiasta del risultato di stasera – ha concluso Naldini – perché è l’ennesima riprova del fatto che abbiamo qualcosa di speciale dentro”.

A dare il via alla gara è Gianni Terrosi che dalla lunga realizza i suoi primi punti con la canotta gialloverde del Costone. La squadra di Siena parte forte e, grazie alle bombe di Banchi, si issa fino al 13-5 a metà della prima frazione. Il tecnico dei padroni di casa chiama il time-out per fermare l’emorragia: la scelta premia Agliana che mette a segno otto punti in rapida successione. La Vismederi replica a sua volta con un altro mini break da sette punti di cui è artefice Bruttini: prima con la tripla, poi rubando un pallone sulla rimessa da fondo e servendo l’assist per Ricci che chiude il quarto sul 15-20. Nella seconda frazione è di nuovo la squadra di Siena a muovere il punteggio, ma Agliana risponde con un altro parziale da 9-0 che rimette tutto in equilibrio. I gialloverdi reagiscono con Silveira che ne mette quattro, ma la squadra di casa si fa guidare da uno scatenato Tommei e conquista il primo vantaggio del match quando mancano poco più di 4’ da giocare grazie alla tripla di Zita del 31-29. Dopo il time-out chiamato da coach Fattorini, si sblocca Ondo Mengue, fin qui osservato speciale della difesa biancoverde, prima con due punti, poi con un hockey-assist che arriva nelle mani del suo capitano. Nel finale di quarto è ancora Tommei a far male ai senesi, ma Angeli e Ondo Mengue chiudono il primo tempo sul 36-38.

Anche nella seconda metà di gara è la squadra di Siena che apre le danze, prima coi punti di Pisoni, poi con lo sfondamento guadagnato da Banchi, che portano i senesi fino al 36-43. La formazione pistoiese accorcia, ma i costoniani infliggono un altro parziale che vale il 40-47. In questo frangente Agliana aumenta i giri del motore in fase offensiva, riuscendo a costruirsi anche qualche conclusione aperta fino a riportarsi sul -1 con 100 secondi da giocare nel terzo quarto. Il canestro del nuovo vantaggio casalingo lo realizza Tuci col piazzato. Quando la fase offensiva del Costone sembrava sul punto di incepparsi è ancora Terrosi con una prodezza a sbloccare la situazione, dopodiché ci pensa Angeli con un buzzer beater a mandare le squadre all’ultimo intervallo breve sul 53-58. Anche l’ultimo quarto si apre con dei punti realizzati da giocatori senesi: prima Ondo Mengue, poi Terrosi, portano alla causa 8 punti. Dopodiché è ancora Angeli, autore di un’ottima prestazione sia in fase difensiva che sotto canestro, che mette a segno il tap-in del 55-67. Agliana sembra alle corde e prova a rispondere ma Terrosi spegne ogni velleità avversaria con la terza e la quarta tripla della sua serata: Siena è avanti di 13. Nel finale Agliana gioca il tutto per tutto e ci prova con le triple di Cinalli, ma ormai è troppo tardi: il canestro di Pisoni porta i due punti della staffa. Al PalaCapitini di Agliana finisce 71-77 in favore della squadra della città del Palio.

Pallacanestro Agliana 2000 – Vismederi Costone 71-77
Parziali: 15-20; 36-38; 53-58;

Agliana: Nesi 8, Mucci 2, Zita 5, Bruno Ceriglio 15, Cinalli 6, Bibaj n.e., Razzoli 9, Nieri 5, Tuci 5, Bonistalli, Cannone, Tommei 16.
Allenatore: Tommaso Mannelli

Costone: Ricci 4, Juliatto n.e., Picchi n.e., Angeli 6, Battaglini n.e., Terrosi 18, Banchi 10, Pisoni 10, Silveira 6, Ondo Mengue 8, Bruttini L. 15, Speri n.e..
Allenatore: David Fattorini



Articoli correlati