Colle: presenze fiume Elsa, dibattito acceso. Bianchi: "Turismo non usurante, la città cresce"

Il punto dell'assessore: "Le nostre scelte politiche per lo sviluppo turistico sono incentrate sul turismo lento, e non su quello di massa"

Di Redazione | 15 Settembre 2023 alle 11:30

Il dibattito è più o meno acceso da anni a Colle di Val d’Elsa. Le troppe presenze turistiche sull’Elsa quanto fanno bene? D’altronde l’acqua turchese del fiume Elsa e il sentiero immerso nella natura selvaggia e affascinante nel tratto colligiano attirano migliaia di turisti. E la questione è diventata virale anche sui social. Il fiume Elsa è “instagrammabile” e i suoi video viaggiano su Tik Tok che è una bellezza. L’amministrazione comunale, soprattutto l’assessorato al turismo, ha dovuto curare a questa esplosione turistica, inattesa fino a qualche tempo fa. L’assessore al turismo Cristiano Bianchi ha affermato: “Il dibattito tra tutela dell’ambiente e sviluppo turistico ci deve essere. Le nostre scelte politiche per lo sviluppo turistico sono incentrate sul turismo lento, e non su quello di massa. Comunque quello sull’Elsa è un turismo non usurante, anzi fa crescere economicamente la città”.



Articoli correlati

Exit mobile version