Dante Mortet: "Siena ombelico del mondo, un luogo dove rinascere tutti insieme"

Il commento dell'autore del Masgalano offerto dai Goliardi Senesi: "Dietro quella mano c'è la volontà di rappresentare la manualità che viene rimessa al centro del processo produttività dopo un momento drammatico"

Di Redazione | 26 Giugno 2022 alle 21:00

Dante Mortet, l’artista che ha realizzato il Masgalano 2022 offerto dai Goliardi Senesi, ha commentato così la presentazione dell’opera e le sensazioni ed emozioni vissute:

“Un lavoro bello perchè si fa per gli altri, sortire l’effetto sugli altri è una volontà che avevo – ha spiegato Mortet – E’ andata bene, poteva essere compreso male e invece dietro quella mano c’è la volontà di rappresentare la manualità che viene rimessa al centro del processo produttività dopo un momento drammatico. Dobbiamo ripartire dalle mani, siamo famosi nel mondo questo – ha proseguito – abbiamo fatto lavori importanti nella nostra bottega, ma qui mi sono sentito nell’ombelico del mondo, Siena è l’ombelico del mondo, un luogo dove rinascere tutti insieme. Dico grazie”.



Articoli correlati