Elezioni, Sena Civitas: "Pronti a presentare il candidato sindaco"

"Il terzo polo civico, a nostro avviso, dopo 8 mesi di dialoghi e confronto costruttivo e positivo interno è pronto per questo passaggio" scrive Sena Civitas

Di Redazione | 19 Maggio 2022 alle 12:40

“La campagna elettorale è aperta. La lista civica di De Mossi si è presentata. Il Pd di Letta ha esposto il proprio campo di auspicata aggregazione. Chi vuole essere della partita – escluse le 2 coalizioni con partiti – ha un solo modo di competere: presentare alla città il proprio candidato Sindaco. Questo è quanto, secondo Sena Civitas, si deve fare. Il terzo polo civico, composto da 6 Associazioni che si presenteranno con liste distinte e autonome fra cui Sena Civitas, a nostro avviso, dopo 8 mesi di dialoghi e confronto costruttivo e positivo interno, è pronto per questo passaggio”. Così scrive Sena Civitas in vista delle prossime elezioni amministrative nel delineare il candidato sindaco.

“Un candidato Sindaco che non sia un uomo solo al comando, bensì una guida a cui affidare il compito di dialogare con la città, definire convergenze e costruire programmi basati su idee e progetti che emergano anche da un confronto pubblico. Una sintesi che spetta a chi deve avere il ruolo di guida assegnato da chi ne sostiene la candidatura e da quanti voteranno lui e le singole liste della coalizione – scrive Sena Civitas – In un momento particolarmente difficile per Siena, il candidato dovrà raccogliere energie e forze per delineare, in caso di vittoria, una nuova classe dirigente per la città”.

“Una persona che sosterremo con tutte le nostre forze e volontà; con cui affronteremo, insieme, un percorso lungo un anno – prosegue – Sarà un percorso aperto, inclusivo, rispettoso delle idee diverse. Un dialogo costante con un unico discrimine: gli interessi generali della città. Non contro qualcuno, ma per qualcosa di veramente nuovo. Nessuna promessa di soluzioni miracolistiche. La nostra Siena ha i suoi punti di forza e di debolezza, ma sta pericolosamente invecchiando e rischia di non tornare ad essere una città per i giovani. Occorrerà un lavoro costante e impegnativo per risollevare e risvegliare Siena. Una attenta ricognizione per mantenere le poche eredità che hanno prospettiva e gambe per camminare in autonomia. Un sano pragmatismo civico, che guardi con umiltà anche a progetti che possano seguire le orme di altre città nel mondo e essere di respiro per il futuro della comunità. Va interrotto il circuito di quanti hanno fatto dell’impegno, solo motivo di interesse e di potere. I tatticismi non sono consentiti. È arrivato il momento delle scelte e di assumersi le responsabilità. Sena Civitas ha da sempre aperto le sue porte ai cittadini che vogliono un vero cambiamento”.



Articoli correlati