In Campo: "Ciclovia di via Fiorentina, espediente per aggiudicarsi finanziamenti"

"Pista ciclabile di soli 800 metri che inizia e finisce senza alcuna continuità e che non prevede nessun altro sviluppo"

Di Redazione | 22 Aprile 2022 alle 8:30

“Leggendo la documentazione ufficiale relativa alla “ciclovia” di via Fiorentina, di cui sono appena partiti i lavori, si capisce bene che la realizzazione di una pista ciclabile di soli 800 metri che inizia e finisce senza alcuna continuità e che non prevede nessun altro sviluppo, è solo un espediente per aggiudicarsi finanziamenti specificamente destinati alle ciclovie”. Così l’Associazione In Campo sulla ciclovia di via Fiorentina.

“In realtà – afferma la coordinatrice dell’Associazione In Campo Mariapia Bindi – si tratta di interventi di moderazione del traffico e sicurezza pedonale nel tratto dalla rotatoria di Fontebecci all’imbocco di via Quinto Settano, in modo analogo a quanto già fatto in via Fiorentina cinque anni fa. L’Amministrazione sarebbe dovuta essere più corretta nella comunicazione, chiarendo che si tratta di interventi di miglioramento della percorribilità pedonale invece di tirare in ballo il tema delle piste ciclabili che a Siena sono ancora lontane da una reale progettazione, men che meno dalla loro realizzazione.

“Anche sulla tempistica si poteva fare di meglio: i lavori dovevano iniziare l’11 aprile corso, poi sono slittati al 14 proprio all’inizio delle vacanze pasquali suscitando disservizi in una zona già particolarmente stressata dal traffico.
Visto che la fine dei lavori è prevista per il 14 giugno, raccomandiamo il rispetto delle scadenze, dal momento che i prossimi saranno due mesi difficili per chi vive e si sposta in quella zona. Cogliamo l’occasione per sollecitare altri lavori sui quali In Campo ha presentato ben due interrogazioni nel 2021, ancora senza esito, se non vaghe promesse: la frana in strada di Scacciapensieri di cui si attende ancora il progetto definitivo a quasi 5 anni dall’installazione del semaforo provvisorio. Chiamate ciclovia anche quella e vediamo se riuscite ad accelerare!”.



Articoli correlati