In dirittura d'arrivo i lavori per il nuovo centro smistamento Amazon a Isola d'Arbia

Una volta funzionante a pieno, potrebbero trovare occupazione 70 addetti. Indotto e ricaduta con altre aziende e lavori per migliorare la viabilità della Cassia

Di Redazione | 25 Maggio 2022 alle 22:00

Lavori in dirittura d’arrivo per il centro di smistamento Amazon di isola d’Arbia. Il termine del cantiere potrebbe arrivare già nella prima metà di giugno mentre l’apertura ufficiale, perlomeno a pieno regime, sarebbe programmata per l’inizio del 2023.

Nei mesi che separano il taglio del nastro sarà avviata un’apertura graduale per rendere lo stabilimento del colosso dell’e-commerce un punto di riferimento per tutta la toscana del sud. Secondo un business plan, una volta funzionante a pieno, potrebbero trovare occupazione 70 addetti. La risposta in termini lavorativi sarà dunque positiva senza considerare l’indotto e la ricaduta con altre società del luogo che potranno lavorare con il marchio americano. Anche perché la valutazione fatta dalla stessa Amazon è stata su base trentennale e anche se gli stessi flussi di prodotti si sono abbassati rispetto al periodo pandemico l’apertura del nuovo centro sarebbe valutata come strategica dalla stessa azienda. Il nuovo colosso consentirà di potenziare ulteriormente i processi di distribuzione, sia nella velocità di consegna ai clienti che nella gestione degli ordini. Questo comporterà probabilmente delle ripercussioni sul traffico in un’arteria già complessa come quella della Cassia. Anche se il traffico veicolare dei mezzi pesanti come garantito dalla stessa Amazon sarà essenzialmente nella fase notturna.

“La presenza di questa importante azienda è una grande notizia – ha commentato ai microfoni di Siena Tv il vice sindaco del Comune di Siena Andrea Corsi – dal momento che si andrà a riqualificare una zona profondamente abbandonata. E’ in corso di realizzazione la rotatoria tra la Cassia e lo svincolo con la zona industriale, abbiamo previsto poi un intervento lungo la Cassia nella zona della Coroncina, all’intersezione con Strada della Tressa, legato a percorsi pedonali in sicurezza, una piattaforma sul manto stradale che invita i cittadini a moderare la velocità”.



Articoli correlati