Incendio colposo ad Asciano, Forestale denuncia una persona

Secondo le indagini dei carabinieri, un operaio al lavoro in un cantiere avrebbe bruciato residui derivanti dalla propria attività lavorativa, causando le fiamme

Incendio colposo ad Asciano, Forestale denuncia una persona

È scattata una denuncia a seguito dell’incendio scoppiato la scorsa settimana ad Asciano, che ha coinvolto una vasta porzione di vegetazione, arrivando a lambire le case. Come anticipato da Siena Tv, il rogo ha avuto natura colposa. Le indagini dei carabinieri della Forestale, anche attraverso alcune testimonianze, hanno portato a denunciare una persona per l’ipotesi di reato di incendio boschivo colposo, “poiché – spiegano i carabinieri – trovandosi a lavoro in un cantiere edile avente ad oggetto la ristrutturazione di un podere, con imperizia e negligenza, aveva provveduto a bruciare residui derivanti dalla propria attività lavorativa, causando l’evento in questione; azione per altro vietata nel periodo attuale definito a rischio elevato per lo sviluppo di incendi boschivi. Per le operazioni di spegnimento e bonifica sono intervenuti, oltre ai Vigili del Fuoco, anche 4 elicotteri regionali ed oltre quaranta squadre di volontari A.I.B. L’ area interessata dalle fiamme è risultata pari a 133 ettari, tra terreni incolti, pascoli, colture agrarie e bosco. L’incendio ha costituito un pericolo per la pubblica incolumità in quanto nella zona risultano presenti diverse unità abitative e strutture ricettive”.

“L’attività tecnico/investigativa dei Carabinieri Forestali è ancora in corso – si evidenzia – in particolare con riferimento alla quantificazione del danno forestale ai fini sanzionatori. Inoltre verranno ricercate ulteriori fonti di prova atte a meglio circostanziare la dinamica dell’evento ed eventuali ulteriori profili di responsabilità”.

“In questi giorni, caratterizzati da alte temperature e forte ventosità, sono quotidiani – proseguono i militari – gli interventi dei Carabinieri Forestali in provincia, al fine di contrastare condotte illecite, che, anche per sola disattenzione e sottovalutazione del rischio, possono provocare ingenti danni al territorio. Si invitano pertanto i cittadini a prestare la massima attenzione al rispetto dei divieti di abbruciamento previsti dalla normativa regionale ed a segnalare alle autorità preposte, anche attraverso il numero unico di emergenza 112, eventuali azioni a rischio o principi di incendio”.