L'Eroica, domani le prime partenze. Giancarlo Brocci: "25 anni ben portati"

Al via tanti campioni di oggi e di ieri

Di Redazione | 30 Settembre 2022 alle 22:30

Sabato 1 e domenica 2 ottobre a Gaiole in Chianti è in programma la XXV Edizione dell’Eroica, cicloturistica d’epoca che vedrà al via circa 9000 ciclisti in arrivo da 48 Paesi: AFGHANISTAN, ALGERIA, AUSTRALIA, AUSTRIA, BELGIO, BELIZE, BRASILE, CANADA, CROAZIA, DANIMARCA, EMIRATI ARABI UNITI, FRANCIA, GALLES, GEORGIA, GERMANIA, GIAPPONE, GRECIA, INGHILTERRA, IRLANDA, ISOLE CAYMAN, ITALIA, LETTONIA, LUSSEMBURGO, MALESIA, MALTA, MONACO, NORVEGIA, NUOVA ZELANDA, PAESI BASSI, PITCAIRN, POLONIA, PORTOGALLO, REGNO UNITO, REPUBBLICA CECA, ROMANIA, SAINT KITTS & NEVIS, SAN MARINO, SCOZIA, SINGAPORE, SLOVACCHIA, SLOVENIA, SPAGNA, STATI UNITI, SVEZIA, SVIZZERA, TAILANDIA, UNGHERIA, URUGUAY.

Il Paese con più partecipanti, oltre all’Italia, è la Germania con quasi 1200 ciclisti al via. Sono cinque i percorsi a disposizione: km 46, km 81, km 106, km 135 e km 209 tra il Chianti e la Val d’Orcia. Per gli appassionati di statistica il 36% dei partecipanti arriva dall’estero. Consistente
Tipici i ristori a base di ribollita, zuppa di ceci, zuppa di farro e finocchiona, vino chianti

Al via tanti campioni di oggi, ieri e l’altro ieri: Juan Ayuso, professionista UAE Team Emirates,
Daniele Bennati, ct della nazionale italiana di ciclismo, Gianni Bugno, due volte campione del mondo, Damiano Cunego, vincitore del Giro d’Italia 2004, Morena Tartagni, sul podio mondiale nel 1968, ’70 e ’71. Norma Gimondi, figlia dell’indimenticabile Felice, il festeggiatissimo Beppe Saronni, a 40 anni dal successo mondiale di Goodwood. Nel villaggio anche Paolo Bettini, campione olimpico e due volte campione del mondo.
“Gaiole in Chianti e L’ Eroica? – racconta Giancarlo Brocci, ideatore dell’Eroica – 25 anni ben portati; un primo quarto di secolo va, consegnato alla storia. Andiamo a cuor leggero per il secondo, pronti a goderci anche ogni traguardo volante”.

Gli orari delle corse
Sabato 1 ottobre
Km 209: dalle ore 4.30 alle ore 5.00 per biciclette costruite prima del 1930
Km 209: dalle ore 5.00 alle ore 6.00
Km 135: dalle ore 6.00 alle ore 7.00

Domenica 2 ottobre
Km 106: dalle ore 7.00 alle ore 7.30
Km 81: dalle ore 8.00 alle ore 9.30
Km 46: dalle ore 8.00 alle ore 9.30

L’EROICA 2022

Il programma a Gaiole in Chianti
Sabato 1 Ottobre
Ore 04.30 – 07.00 Ore 09.00 – 19.00 Ex Cantine Ricasoli – Ritiro Buste Tecniche
Ore 04.30 – 07.00 Ore 09.00 – 19.00 Ex Cantine Ricasoli – Segreteria Generale
Ore 04.30 – 07.00 Ore 09.00 – 19.00 Base Eroica – Ritiro Pacco Gara
Ore 04.30 – 21.00 CICLOFFICINA EROICA
Ore 04.30 – Partenza Corsa Lungo L’EROICA Km 209 riservato biciclette antecedenti anni 1930
Ore 05.00 – 06.00 Partenza Corsa Lungo L’EROICA Km 209
Ore 06.00 – 07.00 Partenza Corsa Medio CRETE SENESI Km 135
Ore 09.00 – 19.00 Ex Cantine Ricasoli – CICLO CLUB EROICA
Ore 09.00 – 20.00 MERCATINO EROICO
Ore 09.00 – 23.00 CASA EROICA – Festival
Ore 11.30 – 21.00 Arrivo Corsa e Premiazioni
Ore 12.00 – 21.00 Casa Eroica – Pasta Party
Ore 16.30 – Auditorium Ex Cantine Ricasoli: L’Eroica celebra Giuseppe Saronni. Chiacchiere e ricordi di Goodwood e degli ultimi anni del ciclismo “eroico” con Giancarlo Brocci, Beppe Conti e Pier Augusto Stagi

Domenica 2 Ottobre
Ore 06.00 – 09.30 Ex Cantine Ricasoli – Ritiro Buste Tecniche
Ore 06.00 – 09.30 Cantine Ricasoli – Segreteria Generale
Ore 06.00 – 18.00 Base Eroica – Ritiro Pacco Gara
Ore 06.00 – 18.00 CICLOFFICINA EROICA
Ore 07.00 – 07.30 Partenza Corsa Medio Cento Km 106
Ore 08.00 – 09.30 Partenza Corsa Medio Gallo Nero Km 81
Ore 08.00 – 09.30 Partenza Corsa Corto Le Valli del Chianti Km 46
Ore 09.00 – 17.00 Ex Cantine Ricasoli – CICLO CLUB EROICA
Ore 09.00 – 19.00 MERCATINO EROICO
Ore 09.00 – 20.00 CASA EROICA – Festival
Ore 10.00 – Piazza Ricasoli – Partenza MINI EROICA
Ore 10.00 – 18.00 Arrivo Corsa e Premiazioni
Ore 12.00 – 18.00 Casa Eroica – Pasta Party
Ore 19.00 – Casa Eroica – Giancarlo Brocci – Saluto di Chiusura XXV EDIZIONE L’EROICA 2022

la maglia gialla di Gino Bartali restaurata a cura di Opera Laboratori Firenze
Quel Tour de France 1948 ha lasciato tracce profonde su storia e letteratura. Gino Bartali lo vince quando ormai, a 34 anni ed a 10 dal suo primo trionfo, sembra senza chanches. Giorno di riposo a Cannes, in giallo c’è Luison Bobet, il campione fiorentino è a 21′ in classifica ma sono in arrivo le Alpi. L’Italia, quel giorno, è scossa dall’attentato a Palmiro Togliatti, segretario del Partito Comunista Italiano. Ferite gravi, sommovimenti di piazza, il rischio di guerra civile è reale. La sera a Bartali telefona il Primo Ministro Alcide De Gasperi, amico e con lui in Azione Cattolica. “Gino, qui la situazione è grave, una tua vittoria al Tour rasserenerebbe gli animi. Ce la puoi fare?” “Il Tour è difficile, domani a Briancon, però, penso di vincere”. Succede, ci sono di mezzo i Col d’Allos, Vars e Izoard, la giornata è terribile, tanta pioggia, strade impossibili, l’azione di Bartali devasta tutti, alla fine il primato è ad un passo. L’impresa rasserena L’Italia, Togliatti si sveglia e rassicura sulle proprie condizioni, la sua prima domanda è su cosa ha fatto Bartali al Tour. Il giorno dopo sarà ancora vittoria e con primato in classifica. Poi la marcia di Gino diventa trionfale, 7 tappe ed una maglia gialla finale, esposta in una teca a L’Eroica, conquistata con oltre 26′ sul secondo, il belga Schotte.
Il restauro della maglia è avvenuta a cura di Opera Laboratori Firenze

“Il ciclismo secondo me”
Sabato 1° ottobre alle ore 16:30, Giancarlo Brocci, ideatore de L’Eroica nel lontano 1997, alla presenza del grande campione Giuseppe Saronni, racconterà al pubblico il suo punto di vista con storie straordinarie, aneddoti e ricordi di momenti indimenticabili che hanno reso il ciclismo uno dei modus vivendi tra i più amati di tutti i tempi attraverso la presentazione del suo libro: “Il ciclismo secondo me”.

Fai la raccolta differenziata durante il percorso! 
In ogni punto ristoro i ciclisti troveranno un’isola ecologica per differenziare i rifiuti.

PUNTI RISTORO

Sabato 1 ottobre: Piazza del Campo – Murlo – Buonconvento – Montalcino – Asciano – Castelnuovo Berardenga
Domenica 2 ottobre: Piazza del Campo – Monteroni d’Arbia – Dievole – Radda in Chianti – Lamole
In tutti i punti ristoro dopo Piazza del Campo sono presenti fontanelle dell’acqua per riempire le borracce: si evita così l’utilizzo di bottiglie in plastica.
Per produrre una bottiglia di plastica si emette tanta CO2 quanta quella emessa da un’automobile per percorrere un chilometro. Andando in bici riduci il tuo impatto…ma diminuendo la produzione di rifiuti puoi contribuire ancora di più alla salvaguardia ambientale!
In alcuni punti di ristoro è possibile trovare barattoli e piccoli contenitori di vetro. Questi vanno conferiti nel multimateriale insieme alle bottigliette di plastica, accertandosi, però, che siano privi di residui organici.

Utilizza i contenitori per la raccolta del multimateriale per buttare le bottigliette di plastica vuote, il tetrapack e gli involucri per alimenti di alluminio/plastica. Le bottigliette di plastica, una volta vuote ricordati di ridurne il volume e buttale nel contenitore del multimateriale. Ricordati di schiacciare le bottigliette e ridurre il volume degli imballaggi prima di buttarli.
I bicchieri, i piatti e le posate usa e getta sono in materiale compostabile, quindi possono essere conferiti nei contenitori per la raccolta dei rifiuti organici insieme agli avanzi di cibo, ai noccioli della frutta ed ai tovaglioli.
Le cannucce di carta vanno conferite nei contenitori per la raccolta di carta e cartone.



Articoli correlati