“L’incanto della terra” dipinti e ceramiche di Carlo Pizzichini in mostra al Granaio di Castell'in Villa

L'appuntamento è al Granaio di Castelnuovo Berardenga venerdì 10 giugno alle ore 19

Di Redazione | 5 Giugno 2022 alle 9:00

Venerdì 10 giugno alle ore 19 si inaugura al Granaio di Castell’in Villa la mostra “L’incanto della terra” dipinti e ceramiche di Carlo Pizzichini, testo e presentazione di Mauro Civai, commento musicale del duo “Beatrice e Leonardo” Associazione Culturale Musica Ensemble.
La mostra inaugura un programma espositivo che vede gli spazi dell’antico granaio accogliere le opere d’arte in rapporto con l’armonia della natura che circonda il borgo del Chianti. La Toscana, il Senese, il Chianti appaiono come un magico abbraccio dove artificio e natura s’accoppiano in un’amore vero. La natura si rigenera, a tratti lasciata spontanea, rispettata, conservata, e l’artificio, altro non è che la gentile carezza dell’uomo che ha modellato il paesaggio, in un cangiante di stoffe di filari, di strade bianche, di cipressi, ombre, ritmi di muretti e siepi, disposti per quella raffinata accoglienza della quale Castell’in Villa è un esempio. Inoltre, se accarezzata, la natura sorprende in generosità, restituendo all’uomo la gentilezza in magici frutti di miele. La natura, la terra, è anche galestro e creta, buona per essere foggiata per nuovi vasi d’una curiosa Pandora o per la divina proporzione di una sfera. Le notti, poi, sorprendono: col il loro mantice stellato, con il silenzio siderale di un profilo collinare di file di cipressi che, come dita salvifiche indicano il Cielo, sotto il chiarore della luna che rende certi paesaggi quasi giorno. L’esposizione al Granaio di Castell’in Villa è disposta con un intento di visione traslucida, di moderno gioco quasi musicale, fatto di tasti bianchi e neri che dolcemente avviano l’armonia di un preludio o meglio di un notturno. 
La mostra resterà aperta fino al 31 dicembre con orario 10-18.


Articoli correlati