Michael Cariglia, l’uomo sfregiato con l’acido, lancia un appello ai suoi aggressori: “Lasciatemi in pace”

“Lasciatemi in pace, non posso ritirare la denuncia: non ho modo di alleggerire la vostra posizione”.

Michael Cariglia chiede solo una vita normale, credendo di poter recuperare la normalità perduta da tempo. La sua come quella della moglie Azzurra Moreci. Cariglia, più volte sfregiato con dell’acido per volere dei suoceri, contrari al matrimonio per i 28 anni di differenza tra i due, lancia un appello diretto ai suoi aggressori: “Non posso ritirare le denunce fatte, non posso alleggerire la posizione a loro carico. Solo la magistratura può fare qualcosa di concreto: è ai Carabinieri od al giudice competente che si devono rivolgere” ha dichiarato a RadioSiena Tv.

“Che gli aggressori vengano presi o meno ho la speranza di tornare ad una vita normale” spiega Cariglia che racconta così il suo dramma quotidiano: “Esci di casa e ti guardi le spalle: alla paura ci si abitua sapendo che ogni giorno ci può essere qualcosa di diverso”.

Errebian
Estra
All Clean Sanex
Electronic Flare
Terre Cablate
Centro Farc
Europa Due