Home Cronaca

Plasma inviato dal Ceppo alla Sardegna, Ciampoli: “Legame stretto, è il minimo che potessi fare”

"So che ora stanno meglio e questo mi fa molto piacere. Siamo sempre a disposizione" dice Ciampoli a Siena Tv

Plasma inviato dal Ceppo alla Sardegna, Ciampoli: “Legame stretto, è il minimo che potessi fare”

Un gesto di grande solidarietà quello di Raffaello Ciampoli, veterinario della clinica Il Ceppo di Siena, che ha inviato, grazie all’aiuto dei Vigili del Fuoco, delle sacche di plasma fino alla Sardegna per salvare cavalli e asini purtroppo ustionati dai roghi che stanno colpendo l’isola in questi giorni.

“La clinica ha un rapporto molto stretto con tanti colleghi in Sardegna, dopo questo evento così drammatico ci siamo sentiti e mi sono offerto di dare un aiuto – racconta Ciampoli a Siena Tv – Mi hanno chiesto se potevo inviare il plasma, il problema è stato che inviarlo in tempi brevi era difficile, così mi sono attivato per trovare qualcuno che partisse per la Sardegna. I Vigili del Fuoco si sono subito messi a disposizione e hanno fatto recapitare all’Università di Sassari e a altri colleghi le sacche di plasma, molto utili per trattare cavalli e asini con ustioni molto gravi. So che ora stanno meglio e questo mi fa molto piacere“.

Il legame che lega il territorio senese con la Sardegna è molto stretto e dura ormai da tantissimi anni, grazie anche alla passione comune e all’amore condiviso per i cavalli. “I cavalli che nascono e crescono in Sardegna fanno parte della storia di Siena da tanti anni, i legami sono forti con gli allevatori, con i fantini e anche con i colleghi – spiega Ciampoli – Mi sembrava il minimo, lo abbiamo fatto volentieri e in caso di bisogno siamo sempre pronti a rifornirli di plasma o accettare i loro animali. Spero che riusciranno a salvarli tutti e ad uscire da questo momento molto difficile”.