Ponte Nove Luci, assemblea pubblica con i consiglieri regionali: "Servono risposte"

Sono più di 9 anni che l'infrastruttura è crollata e manca a tutto il territorio

Di Redazione | 3 Febbraio 2022 alle 18:52

Il Ponte Nove Luci sul fiume Orcia è una necessità per i comuni di Castiglione d’Orcia e Pienza, una volta collegati dallo stesso ponte, e per tutta la Val d’Orcia. Sono più di 9 anni che l’infrastruttura è crollata e manca a tutto il territorio, ragione per cui molti cittadini e gli amministratori locali si sono battuti chiedendo sin dal 2012 risposte… Poco e nulla si è mosso in tutto questo tempo, e ieri, durante una partecipata e attiva assemblea pubblica, si sono sentite le voci di tutti, istituzioni e non solo che guardano con fiducia e speranza al PNRR e alla disponibilità dei consiglieri regionali Rosignoli del Pd e Capecchi di Fratelli d’Italia.

Dobbiamo essere capaci di intercettare dei fondi ministeriali – afferma il consigliere regionale PD Elena Rosignoli – La provincia non ha fondi a sufficienza per poter sopperire a questa ingente somma, così come la Regione non ha disponibilità per dare totale copertura a questo intervento”.

“Quello delle infrastrutture è un tema serio per tutta la Toscana del sud – dice il consigliere regionale FdI Alessandro Capecchi – perché rispetto a quella del Nord c’è un ritardo che va colmato a partire dalle infrastrutture strategiche come il Ponte Nove Luci, che interrompe la vallata rendendo la vita impossibile la vita ai cittadini, alle imprese e ai turisti. Il PNRR deve essere l’occasione per ricucire questa ferita del territorio“.

Da una parte il sindaco di Pienza ottimista soprattutto per il lavoro coordinato con la Provincia e per l’arrivo di fondi direttamente dal PNRR, dall’altra il Sindaco di Castiglione d’Orcia che da subito si è battuto per la ricerca dei fondi necessari che però sottolinea strumentalizzazioni politiche che non aiutano e che invece possono solo dividere. “Il rischio di strumentalizzazione politica c’è, però è legittima – afferma il sindaco di Castiglione d’Orcia Claudio Galletti – basta che si riconosca chi in questi anni ha guardato con occhio attento ai bisogni del territorio senza farci sopra né speculazioni né propaganda politica”.

(Foto: perlavaldorcia.com)



Articoli correlati