"Prevenire è vita", salute e legalità al Santa Maria della Scala

Martedì 24 maggio la cerimonia del progetto a cura di Lilt, Guardia di Finanza e Rotary Montaperti

Di Redazione | 21 Maggio 2022 alle 19:15

“I pericoli della rete fra salute e legalità”. E’ questo il tema della IV edizione del progetto “Prevenire è vita” la cui cerimonia finale, patrocinata dal Comune di Siena, si terrà martedì 24 maggio alle ore 17 nella sala Italo Calvino del Santa Maria della Scala.

Organizzato dalla Lilt, Lega Italiana per la lotta contro i tumori sezione provinciale di Siena in collaborazione con la Guardia di Finanza e il Rotary Montaperti il progetto formativo ha coinvolto quest’anno dieci istituti superiori della città con lo scopo di aiutare gli studenti ad affrontare con maggiore consapevolezza la quotidiana navigazione sul web e valutare in maniera corretta le fake news con cui entrano in contatto.

Nei mesi scorsi i medici della Lilt, i militari della Guardia di Finanza e lo psicologo Luca Pianigiani, in rappresentanza del Rotary Siena Montaperti, sono saliti in cattedra, in dieci istituti superiori della città, per condurre gli studenti sul cammino della prevenzione, nell’incessante battaglia alle fake news. Martedì 24 maggio nel complesso museale del Santa Maria della Scala si terrà la premiazione degli studenti meritevoli che hanno partecipato al concorso, con elaborati artistici e letterari, ispirati ai temi trattati in classe, durante questo ciclo di lezioni.

Anche questa edizione del concorso, come avvenne per l’edizione 2021, è stata intitolata a Nadia Toffa, la giornalista delle Iene scomparsa prematuramente per una grave malattia oncologica.

Durante la cerimonia sarà assegnato il primo premio Nadia Toffa alla giornalista di Rai 1 Claudia Aldi, consegnato dal professor Francesco Schittulli, presidente nazionale della Lilt.



Articoli correlati