Rapina a mano armata alla filiale Mps di Rosia, tre condanne

Il tribunale di Siena ha condannato tre uomini, con pene dai 6 anni e 2 mesi fino ai 6 anni e 9 mesi, per il colpo alla filiale Mps di Rosia del maggio 2019

Di Redazione | 2 Febbraio 2022 alle 8:30

Rapinarono a mano armata la filiale Mps di Rosia nel maggio 2019: nel tardo pomeriggio di ieri il tribunale di Siena ha condannato tre uomini della provincia di Napoli, a pene dai 6 anni e 2 mesi fino a 6 anni e 9 mesi. La banda, che colpi a distanza di pochi giorni anche ad Ascoli Piceno e Vallo di Campania, era composta da un quarto elemento che aveva scelto un rito abbreviato.

Il colpo a Rosia fu segnalato da una dipendente della filiale che riferì di  re soggetti armati che si erano appena allontanati dopo aver asportato del denaro dalle casse dei singoli sportelli. Durante l’ingresso in banca gli stessi rapinatori, armati e parzialmente travisati, hanno anche costretto una donna, impegnata in un prelievo allo sportello ATM, ad entrare in banca e consegnare parte del denaro in suo possesso.

La successiva attività investigativa dei carabinieri ha permesso di ricostruire i movimenti dei giovani che, dopo essersi allontanati da Siena sono tornati in Campania dove hanno lasciato l’autovettura e si sono separati per far perdere le proprie tracce. Dopo accurate indagine durate un anno i militari riuscirono a incastrare i colpevoli della rapina, finiti infine a giudizio.

C.C



Articoli correlati