Rugby: il Cus Siena torna a ruggire, vittoria netta sugli Highlanders Formigine

Vittoria molto più netta di quello che il risultato finale possa lasciar immaginare

Di Redazione | 27 Novembre 2022 alle 21:00

In una giornata caratterizzata da uno splendido sole ed un freddo pungente il rugby senese seniores è tornato a sorridere con una vittoria molto più netta di quello che il risultato finale possa lasciar immaginare.

I ragazzi di Romei sono scesi in campo finalmente con la giusta determinazione dopo una settimana in cui gli allenamenti, che hanno visto lavorare accanto al tecnico senese Carmignani, Barone, Baruffaldi ed anche Mondet per migliorare la tecnica dei calciatori, sono stati di un ottimo livello.

La domenica era partita benissimo con le vittorie della Under 17 contro il Vasari Arezzo di Molon Labè, la società della Val di Chiana che fa parte del progetto provinciale e della Under 19 del Banca Centro CUS Siena sul sempre ostico campo del Florentia.

Fin dal riscaldamento in campo era ben chiaro che i senesi erano intenzionati a fare la partita contro gli Higlanders di Formigine, formazione molto rinforzata rispetto alla scorsa stagione.

Così è stato per 70 minuti su 80 in cui i bianconeri hanno fatto il bello ed il cattivo tempo con gli ospiti incapaci di difendersi se non con una serie di azioni fallose sia in mischia che in gioco aperto.

I senesi sono andati a meta due volte nella prima frazione di gioco, con Bernini e Carmignani, grazie al collaudato schema touche – maul ed hanno chiuso in attacco sul 10-0 con una nuova meta di Bernini non concessa per un’infrazione del giovane avanti cussino e con i gialloneri in doppia inferiorità numerica per i falli ripetuti.
La seconda frazione di gioco si è aperta con gli stessi valori in campo, Banca Centro CUS Siena in attacco, Highlanders Formigine in difesa spesso in affanno e costretti a chiudere fallosamente. La metà al 53’ di Mencarelli ha portato il risultato sul 15-0 con la speranza di prendere il punto di bonus offensivo per le quattro mete.

Gli ultimi 20 minuti di gioco sono però stati caratterizzati da un arbitraggio non all’altezza della situazione, con almeno 3 cartellini gialloneri non fischiati di cui uno rosso per un placcaggio non chiuso ed alto su Sanniti. Grazie ad una serie di falli non fischiati o invertiti gli Highlanders hanno preso coraggio e si sono proiettati in attacco per la prima volta attorno al 70’ minuto e sono rimasti a lungo nei 22 metri senesi grazie ancora ad una serie di falli invertiti che onestamente sono sembrati incomprensibili.

Allo scadere i gialloneri hanno così accorciato le distanze portandosi sul 15-7 finale; fortunatamente per il Banca Centro CUS Siena la marcatura non ha portato punti in classifica agli avversari ma lascia con l’amaro in bocca i padroni di casa.

A fine partita le parole di Romei e Carmignani sono state particolarmente emozionanti per tutti, ritrovare una vittoria assente dallo scorso campionato non era scontato, come non lo era riuscire a mantenere i nervi saldi quando i placcaggi avversari fallosi non venivano sanzionati.

I cussini non hanno mai cercato di farsi giustizia da soli ed hanno accettato in silenzio ogni decisione arbitrale, anche se incomprensibile, sintomo di grande maturità per una squadra giovanissima.

A fine partita finalmente i giocatori si sono goduti, dopo due anni, un terzo tempo all’interno di una club house grande ed ospitale, un gazebo che il rugby senese ha acquistato in attesa di vedere, finalmente, interventi concreti sul terreno di gioco. I dirigenti sono riusciti a mantenere la loro promessa di avere una casa per festeggiare la prima vittoria della stagione lavorando fino a stamani mattina per sistemare l’allestimento della club house; una struttura di cui, finalmente, il rugby senese non deve vergognarsi.

Banca Centro CUS Siena:FinniganKilby, Gembal, Capresi,Sanniti,Taipi, Sampieri M, Trefoloni, Faleri, Fusi, Amarabon, Mencarelli, Carmignani (Cap), Comandi, Bernini, Rocchigiani.



Articoli correlati