Torrita di Siena, una cabina elettrica diventa un’opera d’arte

In via Grosseto è stata inaugurata l’opera di street art, realizzata dall’artista Cristiana Margutti, con il titolo “Il Colibrì”

Di Redazione | 15 Ottobre 2022 alle 18:00

Una cabina elettrica che diventa un’opera d’arte, elemento di dialogo con i cittadini, narrazione di un territorio: è quanto avvenuto a Torrita di Siena dove, in via Grosseto, è stata inaugurata l’opera di street art, realizzata dall’artista Cristiana Margutti, con il titolo “Il Colibrì”. Oggetto dell’intervento artistico è stata la cabina elettrica di E-Distribuzione, la società del Gruppo Enel che gestisce la rete elettrica di media e bassa tensione, situata all’interno del Parco Nilde Iotti.

Al taglio del nastro, insieme all’artista, sono intervenuti il sindaco di Torrita di Siena Giacomo Grazi, l’assessore all’urbanistica e al turismo Laura Giannini, il responsabile unità territoriale Siena di E-Distribuzione Franco Ricchi, il capo sicurezza e ambiente UT Siena E-Distribuzione Alessandro Niccolai con i collaboratori ed i referenti delle strutture Enel Affari Istituzionali e Sostenibilità e di Comunicazione per la Toscana e l’Umbria  Emiliano Maratea e Riccardo Clementi.

L’iniziativa è stata possibile grazie alla collaborazione tra l’Amministrazione Comunale di Torrita di Siena ed E-Distribuzione, nell’ambito di un progetto congiunto per trasformare un elemento con una funzione tecnica, importante snodo del sistema elettrico territoriale, in un oggetto artistico capace di integrarsi con l’ambiente circostante. Nel dettaglio, l’intervento si inserisce nella più ampia attività del Comune per la riqualificazione di via Grosseto.

Nel dettaglio, l’artista ha realizzato un giovane volto di donna vicino ad un Colibrì, simbolo dell’amore per la vita e per la gioia di vivere: l’obiettivo è diffondere un messaggio di rispetto verso la natura ma anche di gioia di vivere. “Il Colibrì – ha spiegato l’artista Margutti nel presentare l’opera – è simbolo della capacità di superare le difficoltà e di prestare attenzione nell’evitare i pericoli; questa può ritrovare vigore grazie all’amore che viene donato a colui che ha perso energia vitale e forza d’animo. Esso si basa sul potere dell’amore. Questo amore tutto nutre e sostiene e che rappresenta l’unica e vera comprensione per l’evoluzione umana.” Per questo motivo alla base dell’opera pittorica è stata posta la citazione di Nilde Iotti, che dà il nome anche al parco che ospita l’opera: “è necessario cogliere negli altri solo quello che di positivo sanno darci e non combattere ciò che è diverso, che è ‘altro’ da noi”.

L’iniziativa rientra nel più ampio progetto di riqualificazione urbana promossa da E-Distribuzione che coniuga i valori di sostenibilità, innovazione e rispetto per l’ambiente. Il progetto prevede che le cabine elettriche della società siano trasformate in opere di street art, firmate da famosi writer e artisti di strada. Ad oggi ne sono state realizzate più di 300 in tutta Italia, trasformando le strade delle città in veri e propri musei a cielo aperto. Ormai da alcuni anni le cabine elettriche, infrastrutture indispensabili per la distribuzione dell’energia, stanno diventando infatti anche elementi di pregio estetico sui territori, integrandosi sempre di più nel contesto in cui sono inserite: grazie alla collaborazione con writers e artisti, E-Distribuzione sta creando una vera e propria galleria d’arte a cielo aperto, con centinaia di opere già presenti in tutto il Paese. Gli artisti, le scuole, le amministrazioni e le associazioni culturali possono proporre progetti di street art, scrivendo alla casella di posta dedicata streetart-ED@e-distribuzione.com e specificando la provincia di interesse.

Anche in Toscana, in Umbria e nell’Italia centrale E-Distribuzione ha già promosso numerosi interventi di street art sulle cabine elettriche, dal murales dedicato a San Michele Arcangelo a Bastia Umbra alle opere di Orvieto dedicate ad Aldo Netti e alla salvezza del pianeta con ‘SOS Orso Polare’, dai dipinti dei pittori del Mugello ai murales di Grosseto, dal verde verticale di Calenzano al mosaico di Pievasciata, dal dipinto ‘Il nonno e il bambino’ di Tregozzano ad Arezzo a ‘Il Volo, sguardo sulla Piana’ a Sesto Fiorentino, da ‘Il Mare’ ad Albinia fino alle creazioni del pittore Ivano Danti a Montieri, alle opere di street art legate alla storia di Castelnuovo Garfagnana, dalla Biosintesi di un pensiero elettrico a Sant’Anatolia di Narco fino alle meravigliose cabine del Paradiso nel settecentenario della morte di Dante.

Info e dettagli: https://www.e-distribuzione.it/Azienda/sostenibilita/street-art.html.

“L’Amministrazione Comunale di Torrita di Siena – ha dichiarato il sindaco Giacomo Grazi – ha aderito al progetto promosso da E-Distribuzione condividendone i valori e gli obiettivi, ed è oggi lieta di vedere la cabina situata nella zona di Via Grosseto trasformata in un’opera d’arte; il murales, peraltro realizzato dalla nostra concittadina come opera di volontariato, è un intervento di street art che va a migliorare il decoro e l’estetica dell’intera area”.

“Questa iniziativa in collaborazione con il Comune di Torrita di Siena – ha detto Franco Ricchi per E-Distribuzione – ci rende particolarmente orgogliosi, perché valorizza il territorio mediante la realizzazione di un’opera d’arte su un impianto che normalmente ha una funzione tecnica: con questo intervento siamo riusciti a far sposare arte e tecnologia e la cabina, già snodo importante per il servizio elettrico, è diventata elemento di attrazione dal punto di vista estetico ed artistico, con benefici per la sostenibilità ambientale, il decoro urbano, la diffusione della cultura e la promozione del turismo sostenibile”.

Cristiana Margutti è un’artista specializzata nella pittura su diversi materiali, quali la ceramica, che per più di venti anni ha dipinto a Deruta, e la stoffa. Diplomata all’Istituto d’arte di Perugia, risiede da tempo a Torrita di Siena, dove tra 2020 e 2021 ha riscoperto l’ispirazione per realizzare ritratti e altri progetti, come quello dipinto nel murales a Torrita di Siena.



Articoli correlati