Trequanda partecipa ai bandi del PNRR con tre progetti di finanziamento

Il Comune di Trequanda partecipa a tre progetti di finanziamento per le risorse disponibili sul Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza, in sinergia con altri Comuni del territorio. Uno dei progetti è già stato approvato e depositato, gli altri due sono in fase di definizione.

Di Redazione | 12 Marzo 2022 alle 10:30

Attraverso i fondi messi a disposizione dal PNRR, il Piano Nazionale per la Ripresa e la Resilienza messo in atto per rilanciare l’economia dopo la pandemia, il Comune di Trequanda parteciperà a tre diverse linee di indirizzo per il reperimento di risorse aggiuntive e la realizzazione di specifici progetti di sviluppo.

Il primo progetto è relativo alla fase attuativa del PNRR Cultura, nello specifico la linea di indirizzo relativa all’attrattività dei borghi. Il progetto prevede la partecipazione del Comune di Trequanda insieme al capofila Comune di Lucignano (con il quale è stata stipulata un’apposita convenzione al Consiglio Comunale del 9 marzo): i due Comuni sono legati dalla produzione tipica di olio, dalla grande attenzione all’artigianato e dall’appartenenza al Registro Nazionale dei Paesaggi Rurali Storici. Il progetto complessivo da 1 milione e 600mila euro, se verrà finanziato dal PNRR, prevede la realizzazione a Lucignano di un FabLab, ovvero un laboratorio di prototipazione e di assistenza all’innovazione delle imprese sotto la direazione scientifica dell’Università di Pisa. A Trequanda verrà realizzata invece un’Officina Culturale, con servizi di formazione per adulti e imprese del territorio. Verrà valorizzato il Centro dell’Olio di Castelmuzio attraverso una residenza artistica, uno spazio espositivo e un laboratorio di food design; sono inoltre previsti cooking show dimostrativi rivolti a ristoratori e strutture ricettive. A Petroio verrà invece coinvolta la Cooperativa di Comunità per la promozione di ambienti culturali, percorsi e camminamenti multimediali per la valorizzazione del territorio e del paesaggio.

“Siamo felici di partecipare a questo progetto con il Comune di Lucignano, ringrazio il Sindaco Roberta Casini per il coinvolgimento. – dichiara il Sindaco di Trequanda, Andrea Francini – Si tratta di un importante rapporto fuori dalla nostra provincia, con un Comune dinamico che presenta le nostre stesse eccellenze e vocazioni. Il bando regionale finanzierà circa 14 progetti in tutta la Toscana, sarà una sfida difficile ma è giusto provarci per intercettare ulteriori risorse per il nostro territorio.”

Anche per il secondo progetto è stata attivata una convenzione allo stesso Consiglio Comunale: questa volta il Comune capofila è Sinalunga, con la partecipazione di Pienza e Cetona, oltre che Trequanda. La linea di indirizzo del PNRR di questo progetto è la rigenerazione dei borghi, per valorizzare i parchi urbani e la loro vocazione culturale, sociale e ludica. Per il Comune di Trequanda è previsto un investimento di circa 500mila euro, se il progetto verrà finanziato. A Petroio verrà riqualificato il Parco dei Ciliegi, a servizio dei bambini; a Trequanda si interverrà invece sul Parco Mulino a Vento, che verrà reso un parco letterario dedicato ai temi del riciclo e della multiculturalità, ricordando le opere dell’etnografo Fabrizio Mori.

Infine il terzo progetto relativo ai finanziamenti del PNRR è già stato approvato e depositato. Il bando di riferimento è quello relativo all’edilizia scolastica e le risorse disponibili ammontano a 660mila euro. Se verrà finanziato, verrà realizzata una palestra a Trequanda, seguendo le regole della bioedilizia e dell’efficientamento energetico, con accessi separati a servizio della scuola negli orari mattutini e della popolazione negli orari pomeridiani e serali.



Articoli correlati