Virtus Buonconvento: finali regionali invernali, bottino da record di medaglie e tantissime qualifiche

Si è conclusa la prima parte delle finali regionali invernali con il settore femminile

Di Redazione | 1 Marzo 2022 alle 22:00

Si è conclusa la prima parte delle finali regionali invernali con il settore femminile e la Virtus Buonconvento ha conquistato un bottino da record di medaglie e tantissime qualifiche per i prossimi campionati nazionali giovanili.

Già nel primo giorno di gare sono arrivati cinque titoli toscani con i 50 dorso di Sara Batti (Senior), i 100 rana di Beatrice Pecorello (2008) e quelli di Lisa Angiolini (Senior). Anche Viola Petrini (Junior) non ha fallito l’oro nei 50 stile libero, impreziosendo il suo campionato con un 100 stile da urlo (56’’01). Nei 200 farfalla juniores la battaglia è stata tutta interna con l’oro di Chiara Costagli (2’15’’), l’argento di Arianna Sparvieri (2’16’’) e il bronzo di Silvia Belli; tra le ragazze Benedetta D’Alessandro (2009) si è presa l’argento, ma soprattutto ha realizzato il tempo limite per i Criteria (2’27’’), andando poi a conquistare un oro strepitoso nei 100 farfalla, chiusi in 1’06’’5. Nei 50 dorso junior Benedetta Cittadini e Beatrice Borrelli sono giunte al secondo e terzo posto separate da un solo centesimo (30’’5); Marina Luperi è salita sul podio dei 100 e 200 farfalla, mentre Hanna Stefanini (2008) ha conquistato l’argento sia nei 400 che negli 800 stile libero con crono abbondantemente al di sotto dei limiti per Riccione. Altre medaglie (di bronzo) sono arrivate da Chiara Costagli nei 100 rana e 200 misti e da Sara Batti, Maya Bonanni e Gemma Bartolini (2009) nei 200 misti, gara in cui proprio la Bartolini ha staccato il pass per i nazionali, andando poi a migliorare il suo bottino con i 400 misti (argento) e i 200 dorso, oro e record personale in 2’25’’90; anche Maya Bonanni si è qualificata ai Criteria sia nei 200 misti che nei 400 stile libero.

Nel day 2 non è cambiata la musica con le atlete giallonere nuovamente sugli scudi: Sveva Salvatori (2009) ha conquistato il titolo toscano nei 100 dorso con relativa qualifica, seguita da Gemma Bartolini (argento); Francesca D’Avanzo (2006) è rinata nei 100 dorso, vincendo l’oro e facendo registrare un gran crono anche nei 200 dorso (argento), gara quest’ultima letteralmente volata dalla veterana Sara Batti in 2’11’’; Beatrice Pecorello ha stravinto anche i 200 rana, mentre Chiara Costagli si è confermata imbattibile sui 400 misti, seguita solo dall’altra virtussina Arianna Sparvieri. Tra le seniores nei 200 rana ha vinto, come prevedibile, Lisa Angiolini che ha poi stupito tutti nei 100 stile libero, vinti in 55’’4, suo nuovo personal best e crono valido per la qualifica ai Campionati Italiani Assoluti; un argento pesante e inaspettato è stato quello ottenuto da Rachele Gonzi (2008) nei 100 farfalla con tanto di pass per i nazionali in 1’05’’0.

Altre medaglie d’argento sono arrivate da Benedetta Cittadini nei 100 dorso e da Viola Petrini nei 50 farfalla mentre la solita Maya Bonanni ha preso il bronzo sia nei 400 misti (altro pass per lei) che nei 200 stile libero; Arianna Sparvieri ha conquistato un argento nei 100 e un bronzo nei 50 farfalla, mentre sul podio dei 50 farfalla è salita anche Beatrice Borrelli e su quello dei 200 rana, a sorpresa, Sara Rocchigiani (2007). Nei 200 stile libero Viola Petrini è tornata a nuotare un buon crono, qualificandosi per i nazionali anche in questa gara, mentre la Costagli lo ha fatto nei 400 misti. Nella terza giornata di gare c’è stato posto anche per la miglior prestazione femminile di Lisa Angiolini nei 50 rana (30’’6) e per il bronzo della Cittadini nei 200 dorso. L’unica gara maschile in programma era quella dei 1500 stile libero e Matteo Mannelli è voluto salire anche lui sul podio con il suo nuovo P.B. sulla distanza. La Virtus Buonconvento è tornata a casa con quasi 50 medaglie e un numero impressionante di qualifiche per i prossimi Criteria nazionali, oltre a un solido gruppo che parteciperà agli Assoluti primaverili di nuoto; nel prossimo week-end a Firenze toccherà ai maschi tenere il passo imposto dal settore femminile giallonero.



Articoli correlati