Asciano: accordo di programma per la salvaguardia del tartufo

A stipulare l'intesa il Consorzio di Bonifica 6 Toscana Sud e l’associazione Tartufai del Garbo

Di Redazione | 15 Settembre 2022 alle 13:30

Tutela del tartufo nel territorio comunale di Asciano grazie a un’altra collaborazione importante per il Consorzio di Bonifica 6 Toscana Sud. Cb6 stavolta ha firmato una convenzione con l’associazione Tartufai del Garbo.
L’accordo di programma prevede interventi di manutenzione ordinaria sulle aree tartufigene nei corsi d’acqua in gestione al Consorzio da parte dell’associazione.  Duplice l’obiettivo dell’intesa: da un lato garantire maggiore sicurezza idraulica al territorio grazie al costante controllo dei volontari, vere e proprie sentinelle del territorio; dall’altra proteggere i tartufi attraverso interventi che tengano conto delle caratteristiche di questo prelibato prodotto, fiore all’occhiello della provincia senese. Una volta individuate le aree da salvaguardare e la vegetazione che necessita di lavori, il Consorzio proseguirà nelle manutenzioni ordinarie, salvaguardando le zone tartufigene e la vegetazione segnalata.
“Con questo accordo – afferma Daniele Montigiani, presidente Tartufai del Garbo – muoviamo un passo importante per la salvaguardia del tartufo. L’impegno dei nostri associati sarà prezioso per garantire questa attività a supporto del Consorzio, che ringraziamo per la disponibilità”. All’accordo, che ha durata biennale ed è rinnovabile per altri due, partecipa anche il Comune di Asciano.
“Continua la preziosa collaborazione con il Consorzio di Bonifica 6 Toscana Sud – afferma il sindaco Fabrizio Nucci – oltre alla tutela per il rischio idraulico stavolta andiamo a occuparci di un’eccellenza del nostro territorio e progetti come questi sono davvero auspicabili”.
“Le sinergie con le realtà del territorio – conclude Fabio Bellacchi, presidente di Cb6 – rappresentano un modo per rinforzare il nostro presidio a difesa della popolazione e, in questo caso, di un prodotto così importante che dà lustro a Siena nel mondo”.
Al Consorzio di Bonifica 6 Toscana spetterà ovviamente la supervisione di tutti gli interventi e, in caso di imprevisti che mettessero a rischio la sicurezza di idraulica, Cb6 potrà procedere alla manutenzione della vegetazione nei modi più opportuni e necessari.


Articoli correlati