Deceduto il ciclista investito a Buonconvento: il ricordo del sindaco Conti

"Una persona che lascerà un grande vuoto: ha sempre donato gratuitamente. In silenzio e senza mai apparire"

Di Redazione | 3 Agosto 2022 alle 7:30

Non ce l’ha fatta l’anziano investito a Buonconvento nella tarda serata di lunedì, mentre in sella alla sua bici stava andando in paese. L’uomo, Fabio Giuggioli, era molto conosciuto nella comunità della Valdarbia, sia perchè in passato aveva ricoperto cariche pubbliche, sia perchè si dedicava al volontariato. Il sindaco di Buonconvento Riccardo Conti ha pubblicato su Facebook un bel ricordo. Eccolo.

“Per chi non lo conosceva bene Fabio sembrava un uomo riservato. Sempre molto assorto nei suoi pensieri perché il suo pensiero più grande era quello di aiutare gli altri.
Fabio era nato e cresciuto a Buonconvento: nel suo paese. Il suo impegno è sempre stato costante. Ai tempi del Sindaco Ugo Mariotti, Fabio ricoprì la carica di Assessore comunale.
È sempre stato molto attivo in molte associazioni come per la Pubblica Assistenza. Generoso, altruista con un cuore grande che hanno solo le persone come lui.
Aveva sempre un attenzione verso il prossimo: con i pazienti che dovevano essere trasportati alle visite, alle continue attenzioni nei loro confronti per ogni bisogno, anche quelli più pratici con i medici.
Era una persona molto sensibile all’ambiente e ai temi ambientali. Una persona colta sempre alla ricerca di informazioni e studi. Fu un avanguardia con il depuratore e la discarica di Poggio Martelli. Protagonista anche quando a Buonconvento approdò il progetto del Biogas. Con la stessa passione e attaccamento all’ambiente fu tra coloro che si opposero al taglio della vegetazione riparia sul fiume Ombrone.
Io l’ho conosciuto in quel periodo. Nei suoi racconti, nei suoi studi e nelle chiaccherate sui fiumi, Fabio mi motivava e incitava ad impegnarmi. Spesso mi diceva “largo a voi giovani adesso!”.
Una persona che lascerà un grande vuoto: ha sempre donato gratuitamente. In silenzio e senza mai apparire.
Grazie Fabio, non ti dimenticheremo”.


Articoli correlati