Drago, il capitano Gotti: "Siamo già proiettati all'agosto 2023"

Le voci dalla cena della vittoria: "Tre Palii vinti in otto anni non sono un caso: il Drago il Palio lo fa, non lo subisce". Tittìa: "Cerco sempre la perfezione e il dettaglio"

Di Redazione | 2 Ottobre 2022 alle 14:30

“Siamo già proiettati all’agosto 2023”. Lo ha detto Jacopo Gotti, capitano vittorioso della Contrada del Drago, ieri nel corso della cena della vittoria della contrada di Camporegio in Piazza Matteotti che ha celebrato la vittoria della Carriera del 2 luglio 2022.

“Tre Palii vinti in otto anni, con i primi fantini, non sono un caso, è cambiato il modo di pensare – ha affermato – ho portato avanti questo nuovo pensiero. Ci permettiamo di essere al centro delle trame del palio. Cambiamo il nostro modo di pensare, il primo fantino viene qui per vincere e non per nascondersi. Il drago il Palio lo fa, non lo subisce”

“Per un dirigente sentire l’appoggio del popolo è un vantaggio enorme. Per me siete una famiglia, mi avete sempre supportato anche nei momenti difficili. Siena invidia la nostra compattezza, non perdiamola mai, è la nostra forza. Grazie ai mangini, alla stalla, ai barbareschi. E Grazie a Giovanni, dentro l’Entrone mi hai detto di stare tranquillo” ha proseguito.

“Ringrazio la dirigenza per aver creduto in me e per avermi dato fiducia – ha aggiunto proprio Tittìa – e grazie alla stalla, nel mio lavoro cerco sempre la perfezione e il dettaglio, e questo ha fatto la differenza. Grazie ai guardia fantini che mi hanno dato la carica. Grazie a tutto il popolo del drago, io sono sempre positivo ma loro mi hanno dato ancora più forza”.

 



Articoli correlati