Drago, il priore Sani: "La contrada cresce ma il popolo resti se stesso"

Cena della vittoria Palio 2 luglio: "Non pensavo di raggiungere questo obiettivo ma è stato un obiettivo sperato e cercato da tutti"

Di Redazione | 2 Ottobre 2022 alle 16:30

“Il Drago è una contrada in crescita ma è fondamentale che il popolo del drago resti se stesso, senza perdere la propria identità. Se stesso con i valori che ci sono stati tramandati”. Così Luigi Sani, priore della Contrada del Drago, ieri durante la cena della vittoria del Palio del 2 luglio in Piazza Matteotti.

“Una serata di gioia in famiglia, grazie al lavoro dei dragaioli tutti. E’ stato un palio pieno di emozioni, sostenuto con intensità dopo anni vuoti fino alla ripartenza del 2 luglio. Non pensavo di raggiungere questo obiettivo ma è stato un obiettivo sperato e cercato da tutti. Se qualcuno dubita della forza del drago questa serata è la nostra risposta”.
“La contrada cresce ma il Drago resti se stesso, senza perdere la propria identità. Se stesso con i valori che ci sono stati tramandati. Contrada è e deve essere il guscio sotto il quale ripararsi dalle intemperie” conclude.


Articoli correlati