Ex Fornace di Arbia, il Comune di Asciano incontra il curatore fallimentare

L'allarme era stato lanciato diverse settimane fa: il camino è a rischio collasso e potrebbe urtare i pannelli in eternit sottostanti, che non starebbero ricevendo ormai da diverso tempo le corrette attenzioni

Di Redazione | 7 Febbraio 2022 alle 14:46

Il mese di febbraio potrebbe essere decisivo per la messa in sicurezza della ciminiera della ex fornace di Arbia. L’allarme era stato lanciato diverse settimane fa: il camino è a rischio collasso e potrebbe urtare i pannelli in eternit sottostanti, che non starebbero ricevendo ormai da diverso tempo le corrette attenzioni. la consulta territoriale e le associazioni della zona si sono attivate, e hanno incontrato in più di un occasione l’Amministrazione comunale di Asciano.

Quest’ultima si è interfacciata con il curatore fallimentare, che dal 2021 è tornato a rappresentare la proprietà della ex fornace. Dall’incontro tra le due parti è emerso che nel mese di dicembre è stato effettuato il protocollo Amleto, vale a dire un rapporto sullo stato di conservazione delle coperture in eternit. Nello stesso mese il curatore fallimentare ha autorizzato una ditta specializzata ad eseguire un primo intervento sulla ciminiera, e sono stati rimossi alcuni pannelli di copertura. in fibra pericolanti. Alla stessa ditta è stato dato il compito di verificare e nel caso attuare altri provvedimenti per la messa in sicurezza della zona, ma la ricognizione non è ancora stata eseguita.

L’Amministrazione comunale ascianese adesso è in possesso di un rapporto sintetico sullo stato delle coperture in eternit, ma l’esito del protocollo Amleto non è ancora stato reso pubblico. I cittadini quindi restano in attesa di sapere quale sia lo stato in cui versano le tettoie e, soprattutto, la data per l’inizio dei lavori di sistemazione del camino, nella speranza che il tutto termini nel mese di febbraio.



Articoli correlati