Il PD di Monteroni critica la nascita del Coordinamento PD delle Crete

"Non è necessario né opportuno dare vita ad organismi che si costituiscono attraverso delle nomine e non attraverso la legittimazione del voto degli iscritti" scrive l'unione comunale PD di Monteroni

Di Redazione | 10 Agosto 2021 alle 16:51

“Come segretaria dell’Unione Comunale di Monteroni e segretari dei circoli di Monteroni del PD ci teniamo a fare chiarezza sul nuovo organismo costituito dai circoli del PD di Rapolano, Asciano e Murlo“. Così scrive Ilaria Simi, segretaria unione comunale PD Monteroni. “Nel percorso di confronto fra le varie realtà delle crete senesi compresa quella di Monteroni d’Arbia il nostro territorio ha rappresentato la sua contrarietà alla nascita del nuovo organismo, in quanto nei metodi e nella sostanza il percorso proposto nulla ha a che fare con i principi democratici che stanno alla base del nostro Partito”.

“Per questo riteniamo che non si possa parlare di coordinamento delle Crete, ma bensì di coordinamento fra alcune realtà del Partito Democratico. Il fatto che non si possa parlare di coordinamento delle Crete viene confermato dal fatto che ne faccia parte anche il circolo del Comune di Murlo che dal punto di vista amministrativo è ad oggi collocato nella Val di Merse. Vogliamo anche ricordare che l’esperienza passata del coordinamento delle Crete che trovava anche un riferimento istituzionale nel Circondario delle Crete Senesi non abbia prodotto risultati positivi”.

“Come Partito Democratico di Monteroni ribadiamo la convinzione che non sia necessario e neppure opportuno dare vita ad organismi che si costituiscono attraverso delle nomine e non attraverso la legittimazione del voto degli iscritti o dei cittadini se si tratta di livelli istituzionali. Ovviamente riteniamo comunque legittima la scelta di alcune realtà territoriali del nostro partito di dare vita autonomamente ad organismi di coordinamento e per questo auguriamo loro buon lavoro. Auguriamo buon lavoro anche a Daniele Cortonesi, che avendo assunto questo ruolo dovrà seguire le vicende politiche di altri Comuni e non direttamente quelle del Comune di Monteroni”.



Articoli correlati