Piancastagnaio: presentato il drappo del palio 2020 non corso. Troverà posto in Comune

La stessa artista Patrizia Almonti, romana di origini pianesi, è stata incaricata di realizzare il drappo per il Palio 2022

Di Redazione | 16 Maggio 2022 alle 11:16

Dopo oltre due anni di stop le Contrade di Piancastagnaio si sono ritrovate insieme nella Piazza de’ l’Orologio per la presentazione del drappo che era stato realizzato nel 2020 dall’artista Patrizia Almonti e che non è mai stato consegnato, dato che il palio del 2020 (così come quello del 2021) non è stato corso a causa della pandemia. Un’iniziativa quella della presentazione, voluta dall’Amministrazione Comunale e condivisa con il Magistrato delle Contrade di Piancastagnaio, per dare un messaggio di ripresa e ripartenza.

L’opera troverà posto nel Palazzo Comunale andando a impreziosire la sala consiliare dove è già il drappo di Claudio Scheggi, anch’esso non corso nel 1992 per motivi di ordine pubblico.

La stessa artista Patrizia Almonti, romana di origini pianesi, è stata incaricata di realizzare il drappo per il Palio 2022.

Nel discorso di saluto il vice Sindaco Capocchi, (il sindaco Luigi Vagaggini era assente per motivi familiari), ha evidenziato l’importanza dell’iniziativa nel senso della ripartenza vista anche sotto l’aspetto della socialità. Ha sottolineato più volte l’impegno dell’Amministrazione Comunale nel far correre il Palio 2022 che, quasi certamente (stando alle dichiarazioni rilasciate anche durante l’ultimo consiglio comunale), verrà corso ancora all’interno del campo sportivo comunale in attesa che venga realizzata la nuova pista nell’area prospicente il santuario della Madonna di San Pietro. La risposta definitiva si avrà tra una settimana-dieci giorni, in base alle risultanze di atti amministrativi.



Articoli correlati