Siena-Fermana 2-3, Pagliuca: "Il portiere è il più forte della categoria e la difesa quella che ha preso meno gol in Italia"

Le parole di Pagliuca al termine del match

Di Redazione | 30 Novembre 2022 alle 0:07

“Non parlo dell’arbitro perché mi ha detto che l’ho guardato con aria minacciosa e quindi mi ha espulso”. E’ iniziata così la conferenza di Guido Pagliuca, allenatore del Siena espulso nell’intervallo della partita tra Robur e Fermana. “Io ai ragazzi non rimprovero niente – ha detto Pagliuca – nel primo tempo dovevamo stare 3-0. Poi abbiamo subito un eurogol. La voglia di pareggiare ci ha fatto prendere un secondo gol. Poi qualsiasi squadra avrebbe mollato e invece siamo stati sul pezzo”. Analizza così la sconfitta Pagliuca: “Più che giornata sfortunata dico che il calcio è anche questo. Se ci da uno dei rigori, o entra il palo di Frediani la partita cambia. La sfortuna sono tutti questi infortuni. I ragazzi hanno giocato, messo impegno e ripreso la partita. Ripartiamo dalle cose buone e che abbiamo perso in casa prendendo un tiro e mezzo in porta”. Pagliuca ha sottolineato: “Non dobbiamo buttare tutto quello cha abbiamo fatto perché sul capo si è visto una squadra sola. Se oggi si vinceva si andava a 29 punti e ai ragazzi era da farli una statua in Piazza del Campo”. Infine: “Il portiere è il più forte della categoria, la difesa è quella che ha preso meno gol in Italia. In avanti mancavano tanti ma abbiamo giocato”.



Articoli correlati