Home Cronaca

Siena, la magia si riaccende: gratis con le guide senesi sui percorsi di Dante e Federigo Tozzi

L’Associazione Centro Storico Città di Siena ha deciso di coinvolgere le due maggiori associazioni di guide professionali operanti a Siena – Centro Guide e AGT – e affidare loro il compito di illustrare a senesi e non senesi i particolari meno noti e strettamente legati a Siena delle vite e degli scritti di Dante e Federigo. Appuntamento l’11, il 18 e il 26 dicembre e l’8 gennaio

Siena, la magia si riaccende: gratis con le guide senesi sui percorsi di Dante e Federigo Tozzi

Addobbare la città nel nome di Dante Alighieri e Federigo Tozzi senza dar modo ai concittadini di approfondire e apprendere particolari e racconti dedicati a queste due grandi figure letterarie, sarebbe stato un lavoro incompleto.

Per questa ragione l’Associazione Centro Storico Città di Siena ha deciso di coinvolgere le due maggiori associazioni di guide professionali operanti a Siena – Centro Guide e AGT – e affidare loro il compito di illustrare a senesi e non senesi i particolari meno noti e strettamente legati a Siena delle vite e degli scritti di Dante e Federigo.

Il programma degli eventi natalizi prevede quindi quattro momenti – totalmente gratuiti – di grande interesse della durata di due ore ciascuno programmati per l’11, il 18 e il 26 dicembre e l’8 gennaio.

I primi due eventi saranno intitolati “Sulla Francigena con Dante: oltre la Divina Commedia”, partiranno alle ore 15:00 da Piazza Chigi Saracini e regaleranno l’emozione particolare di alcuni intrattenimenti teatrali di strada. Le associazioni guide ricordano e raccomandano che la prenotazione sarà obbligatoria: info@guidesiena.it, Tel. 0577 43273.

Il percorso cittadino da percorrere è ancora soggetto a qualche aggiustamento, ma sostanzialmente dal punto di ritrovo dove verranno dati accenni su Dante e la sua definizione di pellegrini, si passerà alla Magione, alla sommità di Vallerozzi per descrivere la Sapia, zia di Provenzan Salvani, a Piazza Tolomei per parlare di Pia per poi fare ingresso in Piazza, uscirne dal Bargello o dal Casato per arrivare ai Quattro Cantoni.

Il 26 dicembre e l’8 gennaio il secondo evento intitolato “Siena con gli occhi aperti – Sulle orme di Federigo Tozzi”. Il ritrovo alle 15:00, in Piazza di Indipendenza per vivere due ore con interventi teatrali e prenotazione obbligatoria.

Il percorso si concluderà in Piazza Provenzano con mete obbligate in Fontebranda per alcune citazioni tozziane, in San Domenico per la descrizione della vista che appariva a Tozzi, alla Biblioteca degli Intronati dove è il busto del letterato, in via de Rossi dov’era l’osteria di Ghigo del Sasso.

Le guide senesi proporranno anche due ulteriori eventi, a pagamento (12 euro, prenotazione gradita), intitolati “Le chiese di Siena – la serie, un viaggio attraverso i terzi per conoscere l’incredibile patrimonio ecclesiastico di Siena”. Saranno visitate alcune delle chiese più belle – “scopriremo quelle più nascoste, entreremo in quelle sempre chiuse” -. Il 19 dicembre (ritrovo davanti alla Basilica dei Servi, ore 15:00, durata 90 minuti) sarà la volta di San Clemente in Santa Maria dei Servi. Il 5 gennaio (ritrovo a lato dei Servi, ore 15:00, durata 2 ore) toccherà alla Santissima Trinità e alla Chiesa di San Giorgio.

Federica Olla del Centro Guide così commenta il programma: “Ogni inverno, organizziamo qualcosa per incuriosire anche il senese. La proposta dell’Associazione Centro Storico Città di Siena di aderire funzionalmente a celebrazioni così complesse, è stata bene accetta ed è per noi di massima soddisfazione. Presenteremo Dante in una maniera più articolata e vasta non limitandoci alla sola Divina Commedia; per Federigo Tozzi ci addentreremo in ogni sfaccettatura e descrizione di una città che gli ispirava contrastanti opinioni. Per l’itinerario nelle chiese del Terzo di San Martino proponiamo la nostra visione di luoghi di culto che molti non conoscono. Saranno visite molto selettive, più adatte ai Senesi e a chi ama approfondire. I Servi per esempio ci propongono una varietà infinita di opere che spaziano dal XIII al XVII secolo”.

Come vanno – ci viene di chiedere – le cose alle guide senesi? E’ ancora Federica Olla a risponderci: “La carestia di turisti per la Pandemia, ci ha stimolato a creare nuovi temi e nuovi modi di raccontare la città. Il senese gradisce di ascoltare racconti su Siena e negli ultimi mesi anche tutte le visite di italiani sono cresciute in maniera del tutto inattesa quanto a qualità e quantità”.

A Cecilia Mostardini, in veste di presidente di Agt, preme aggiungere: “Apprezzo che la professionalità delle guide turistiche abilitate, spesso minimizzata e confusa nel marasma delle offerte turistiche, venga sempre più valorizzata e tutelata giuridicamente. Ci auspichiamo che si creino continue occasioni di collaborazione sinergica con enti pubblici e privati per poter sconfiggere l’abusivismo e arricchire l’offerta culturale che caratterizza la nostra meravigliosa città”.

Si ricorda che gli eventi di “Siena, la magia si riaccende” godono dell’importante sostegno della Fondazione Monte dei Paschi, della Banca Monte dei Paschi e della CCIAA di Arezzo-Siena.

Ogni info e aggiornamento ufficiale su “Siena, la magia si riaccende”, possono esser consultati sulla pagina Fb Natale a Siena – https://www.facebook.com/NataleaSiena – e sul primo piano di Siena Comunica: https://www.sienacomunica.it/.