Val di Merse, un marzo 2022 da assoluta protagonista del ciclismo professionistico e amatoriale

Strade Bianche, Tirreno-Adriatico e la nuova cicloturistica per amatori: Comuni di Murlo e Sovicille protagonisti. Pedale si rivela una formidabile occasione di promozione del territorio e di rilancio dell’economia dei piccoli centri

Di Redazione | 7 Febbraio 2022 alle 20:00

Val di Merse di nuovo protagonista del ciclismo professionistico e amatoriale nel 2022: Strade Bianche, Tirreno-Adriatico e la nuova cicloturistica per amatori.

Dopo la vittoria a Marzo scorso della tappa CamaioreChiusdino del campione del mondo Julien Alaphilippe, che bruciò allo sprint i due titani del ciclismo moderno Wout Van Aert e Mathieu Van der Poel, e la partenza da Monticiano il giorno successivo, la stagione 2022 partirà con numerosi eventi in Val di Merse nella prima quindicina di Marzo. 

Sabato 5 e domenica 6 Marzo sarà di nuovo battaglia negli sterrati di Strade Bianche e subito dopo la TirrenoAdriatico tornerà martedì 8 e mercoledì 9 Marzo, arrivando a Sovicille e ripartendo il giorno dopo da Murlo. A un mese esatto dalle date di celebrazione degli eventi i Comuni di Murlo e Sovicille ripeteranno l’iniziativa già allestita per l’8 e 9 dicembre 2021, ossia illumineranno di blu, colore identificativo della corsa dei due mari, due importanti monumenti simbolo dei rispettivi territori per le notti di martedì 8 e mercoledì 9 Febbraio: la Pieve di Ponte allo Spino e il Castello di Murlo. 

Altra grande novità per la prossima stagione sarà l’organizzazione di una nuova cicloturistica con partenza e arrivo da Radicondoli domenica 13 Marzo, che ricalcherà numerosi tratti del Grand Tour della Val di Merse, il grande
itinerario di 173 km interamente segnalato sul quale dal 2021 è stato creato il brevetto permanente. Ancora una volta il ciclismo si rivela una formidabile occasione di promozione del territorio e di rilancio dell’economia dei piccoli centri.



Articoli correlati