Violenze e minacce al padre anziano, arrestato un 31enne a Sarteano

La situazione andava avanti ormai da mesi. Alla vista dei Carabinieri l'uomo si è scagliato contro di loro tentando di colpirli e continuando, una volta in manette, a minacciarli di violenza e di morte

Di Redazione | 3 Giugno 2022 alle 10:35

Le ennesime minacce, le ennesime violenze, un padre disperato che chiede aiuto ai militari di Sarteano: è questa la cornice che nella notte ha portato all’arresto di un trentunenne originario del luogo.

Era mezzanotte circa quando un uomo, in stato di alterazione psicofisica, aveva nuovamente minacciato il padre, già oggetto nel tempo di violenze e vessazioni da parte del figlio, cosa che di fatto aveva costretto il genitore anche stavolta a scappare dalla propria abitazione per timore di essere ancora una volta colpito come già successo qualche mese fa. In quell’ occasione anche due militari intervenuti erano rimasti feriti nel contenere l’agitazione e la violenza del giovane. L’uomo ha dunque chiamato il 112 in cerca di aiuto, supporto, salvezza. In pochi minuti l’arrivo dei Carabinieri ha evitato il peggio fermando l’uomo in un contesto già compromesso da alcuni giorni di tensioni e violenze.

Gli agenti infatti, dopo essersi assicurati delle condizioni dell’anziano genitore che li attendeva in strada ed averlo confortato soprattutto psicologicamente, sono entrati nell’ abitazione dove il giovane, in stato di forte agitazione, dopo aver appunto minacciato e già percosso il genitore, aveva inoltre distrutto mobili e suppellettili. Alla vista dei Carabinieri l’uomo si è scagliato contro di loro tentando di colpirli e continuando, una volta in manette, a minacciarli di violenza e di morte. I militari, intervenuti in forza, sono riusciti, anche se non facilmente, a contenere l’ uomo salvaguardandone l’incolumità.

Trasportato presso gli uffici della locale Compagnia di Montepulciano, esperite le formalità di rito, il trentunenne è stato arrestato e posto a disposizione della Procura della Repubblica di Siena e condotto presso il carcere di Siena. L’ anziano padre è così potuto rientrare in casa senza il terrore delle violenze del figlio che già in passato era stato allontanato con provvedimento dalla casa familiare.



Articoli correlati