Virtus, Gianmarco Olleia confermato in rossoblu

L'ala, alla 14esima stagione alla Virtus, è il primo tassello del roster che sarà a disposizione di coach Franceschini per il prossimo campionato di serie C Gold

Di Redazione | 3 Luglio 2022 alle 8:30

Gianmarco Olleia vestirà la maglia rossoblu anche nella prossima stagione. L’ala classe 1993, giunta ormai alla 14esima stagione alla Virtus, è il primo tassello del roster che sarà a disposizione di coach Franceschini per il prossimo campionato di serie C Gold. Una conferma importante per i rossoblu, perché oltre all’assoluto valore tecnico Olleia rappresenta il cuore pulsante di questo gruppo, un vero e proprio punto fermo per la squadra e per la società tutta, i cui valori si rispecchiano a pieno in quelli che la Virtus cerca di trasmettere partendo dai bambini del minibasket fino ad arrivare alla prima squadra.

 

«Eccomi a commentare l’ennesima conferma in maglia Virtus, questo sarà il 14esimo anno che indosso gli stessi colori e varco la soglia del PalaPerucatti – commenta Gianmarco Olleia – Un doveroso ringraziamento va a tutta la dirigenza che continua a credere in me non facendomi mai mancare la loro fiducia e il loro sostegno. Forse sarò ripetitivo ma a questo punto dell’anno le sensazioni sono sempre le stesse, un grande entusiasmo e una grande voglia di rimettermi in gioco e lottare per fare cose grandi per questa Società. Un saluto ed un ringraziamento vanno all’allenatore uscente, Andrea Spinello, per aver condotto questa squadra con grande passione e attaccamento, arrivando a sfiorare un’insperata promozione in serie B lo scorso anno contro Borgomanero; mi auguro che possa continuare a far cose grandi per la Virtus.

Negli ultimi anni la nostra squadra sta passando un momento di grande cambiamento in quanto il nucleo storico deve far fronte ad un inevitabile cambio generazionale che era normale arrivasse prima o poi; a proposito di questo mi sento di ringraziare due ormai ex compagni di squadra che dal prossimo anno non faranno più parte del gruppo ovvero Simone Lenardon e Alessandro Nepi, amici fraterni con i quali ho condiviso molte delle pagine più belle della storia di questa Società.

Ho grande fiducia nel nuovo allenatore, Filippo Franceschini, e credo che la sua mentalità e professionalità possano portare una ventata nuova al nostro gruppo che, proprio per i motivi che ho spiegato prima, ha bisogno di nuove idee e stimoli per provare ad essere sempre competitivo e lottare per cose importanti. Un ultimo ringraziamento infine va a tutta la famiglia Virtus, dai nostri tifosi alle persone che ci vogliono bene e rendono questa società una grande famiglia, è soprattutto merito loro se dopo tanti anni continuo a sentirmi a casa».

 



Articoli correlati