Buonconvento, Fabio Papini lascia Forza Italia ed entra in FDI

"La mia è una scelta fatta in tutta serenità e lealtà - spiega Papini - Continuerò a lavorare per il bene del mio Comune e del suo territorio"

Di Redazione | 26 Novembre 2020 alle 19:29

“La mancanza di stimoli e di obiettivi di questa forza politica a carattere nazionale, mi ha fatto riflettere su quale binario perseguire il mio percorso politico. Un percorso da sempre centrato sui valori della famiglia tradizionale e sulla cristianità. Valori che ritengo fondanti della nostra identità nazionale”. Con queste parole Fabio Papini, consigliere comunale di Buonconvento, ha spiegato i motivi che lo hanno indotto a lasciare Forza Italia per entrare in Fratelli d’Italia.

“Anche per queste ragioni ho ritenuto di ritornare alle mie origini e di sposare il pensiero e il progetto politico di Fratelli d’Italia e di Giorgia Meloni – spiega Papini in una nota stampa –  Deciso a non svendere i principi cardini della cristianità, del valore della famiglia e del senso del dovere nazionale. Oggi sciogliendo le mie riserve e aderendo pienamente ai valori e ai principi di Fratelli d’Italia, in maniera ancor più decisa in questo particolare momento storico, comunico la decisione di chiudere la mia esperienza in forza Italia. Il mio impegno politico, come consigliere comunale, continuerà immutato nel mio Comune col partito Fratelli d’Italia a cui mi sono iscritto, fortemente ispirato dai valori che da sempre ho dentro di me: la tutela dell’identità nazionale, la difesa della famiglia, il sostegno dell’ iniziativa privata, delle professioni e dei lavoratori tutti e della legalità”.

“La mia è una scelta fatta in tutta serenità e lealtà – prosegue – Conseguentemente continuerò a lavorare per il bene del mio Comune e del suo territorio con entusiasmo per la libertà, per la giustizia, per la meritocrazia e per la solidarietà sociale che fanno parte integrante del mio essere. Ringrazio il Coordinatore Provinciale – Lorenzo Lorè, per l’esperienza con lui maturata in questi anni e la lealtà nei rapporti amicali (che rimarranno tali )”.



Articoli correlati