Presidio polifunzionale di Montalcino, le prospettive convincono

Presente e il futuro dei servizi sanitari a Montalcino al centro di un incontro tra il Comitato dei cittadini per il presidio ospedaliero, il Comune di Montalcino e la Zona distretto Senese

Di Redazione | 15 Aprile 2022 alle 9:00

Il presente e il futuro dei servizi sanitari a Montalcino sono stati al centro di un incontro tra il Comitato dei cittadini per il presidio ospedaliero, il Comune di Montalcino e la Zona distretto Senese. La riunione, svoltasi ieri nel palazzo comunale, si è incentrata su argomenti importanti per la comunità ilcinese: la specialistica ambulatoriale, l’attività chirurgica, il primo soccorso, le cure palliative, quelle intermedie, il completamento lavori strutturali e la progettualità derivante dal Pnrr. Il confronto è stato proficuo e ha soddisfatto tutte le parti.

Le parole di Giuliana Strada del Comitato cittadino per il presidio ospedaliero: “Con questo incontro, abbiamo voluto fare il punto della situazione spiegando quali difficoltà ci sono riguardo ai fruitori dei servizi sanitari. In questa fase vorremmo solo dare informazione alla cittadinanza che qualcosa si sta muovendo nella direzione da noi auspicata”.

“Si tratta – spiega il sindaco di Montalcino Silvio Franceschelli – di un ulteriore incontro in una serie di step finalizzati all’attuazione del progetto. Naturalmente era presente anche il Comitato promotore e tra un mese si procederà con un nuovo aggiornamento per analizzare tutta una serie di criticità e di proposte che sono emerse. La strada intrapresa è quella giusta, una strada molto collaborativa e fattiva rispetto alla quale stiamo vedendo già i primi risultati. C’è un percorso in itinere e si sta sviluppando secondo un cronoprogramma ben definito”.

“È stato un incontro cordiale e costruttivo dove si è fatto il punto sul buon andamento degli impegni reciproci assunti in passato, – dice il direttore della Zona distretto Senese Lorenzo Baragatti. – Ci siamo dati appuntamento successivo all’analisi puntuale dei fabbisogni della popolazione di riferimento, nell’interesse reciproco di garantire servizi utili e sostenibili”.



Articoli correlati