Home Cronaca Peruzzi, tre mesi di lavori: investimento da 500mila euro
chiusa Via Peruzzi
0

Peruzzi, tre mesi di lavori: investimento da 500mila euro

0
0

Il punto della situazione sulle strade comunali

Le procedure di gara per effettuare i lavori che consentiranno la riapertura a doppio senso di via Baldassarre Peruzzi, saranno avviate entro mercoledì 20 luglio. A poco meno di 5 mesi dalla rovinosa frana che costrinse alla chiusura completa della strada, il Comune di Siena completa l’iter per arrivare alla definitiva soluzione del problema. Via Peruzzi fu riaperta al traffico pochi giorni dopo il crollo, causato dalle copiose precipitazioni atmosferiche succedutesi negli anni, ma soltanto a senso unico, prima per le sole vetture e poi per il trasporto pubblico locale. “Da allora il Comune – si legge in una nota ufficiale – si attivato per realizzare la complessa progettazione e il necessario bando di gara nel più breve tempo possibile, così da riportare alla piena funzionalità l’importante arteria viaria che corre ai piedi delle mura fra Porta Pispini e Porta Ovile. Le prescrizioni impartite da Sovrintendenza e Genio Civile hanno reso il progetto non conforme urbanisticamente e pertanto il Consiglio Comunale ha dovuto approvare un’apposita variante. I lavori dureranno circa tre mesi e serviranno per ripristinare il ponticello, la carreggiata e a consolidare la struttura stradale”. L’intervento ha un costo complessivo di circa 500mila euro, reperiti grazie alle alienazioni immobiliari di inizio 2016, che dopo il risanamento del bilancio comunale sono finalmente destinabili a nuovi investiment . Il progetto messo a bando di gara è stato approvato dal Consiglio Comunale lo scorso 14 giugno, un passaggio reso necessario dal fatto che, appunto, l’intervento di consolidamento interessa porzioni di terreno a valle della strada.

Sempre mercoledì 20 luglio si concluderanno i lavori di manutenzione del piano stradale nella zona Massetana-Pescaia che hanno provocato nei giorni scorsi modifiche della viabilità all’altezza della rotatoria di Colonna San Marco. In via Fiorentina, procedono secondo i programmi i lavori per l’ampliamento del percorso pedonale nel tratto compreso fra l’incrocio con Viale Sclavo e Palazzo Diavoli. I tecnici sono al lavoro per allargare il piccolo marciapiede protetto dal guardrail, poi passeranno a viale Cavour per realizzare i dissuasori sui passaggi pedonali che sono stati individuati in base alle statistiche degli ultimi anni relativamente agli incidenti nella zona. Sotto l’attuale marciapiede, sarà ricostruito il collettore fognario per le acque meteoriche – insufficiente in concomitanza di eventi piovosi violenti – e migliorato, nel tratto interessato, il sistema di illuminazione pubblica che verrà potenziato negli attraversamenti stradali e nelle intersezioni. Un adeguamento strutturale che servirà a facilitare il flusso pedonale dal quartiere di Uncinello-Petriccio fino a viale Cavour e viceversa, funzionale anche al personale degli stabilimenti farmaceutici che insistono nell’area.

Al termine di questi interventi prenderanno il via i due lotti di nuove asfaltature e rifacimenti stradali per un investimento di circa un milione e 200mila di euro. Il primo lotto riguarderà la manutenzione di strada Cassia Sud a partire dall’intersezione con via Piccolomini fino al limite di competenza comunale dopo strada di Renaccio. Opere sono previste nel tratto iniziale di viale Mazzini e nella parte terminale di via Garibaldi. Il secondo lotto, invece, interessa le vie Battisti e Bonci (con i rifacimento dei marciapiedi), Monte Santo, del Colle, Mencattelli, Pisacane, Aretina, parte di Martiri Caserma Lamarmora e strada delle Grotte.

Altri 700mila euro, saranno investiti dal Comune per il rifacimento di via Montanini, dove verranno sostituite le pietre logore. Nel tratto tra la Madonna delle Nevi e via del Cavallerizzo è prevista anche la sistemazione della fognatura. A cavallo dell’anno, sono stati programmati anche i lavori di sostituzione delle tubazioni in tutta Via Salicotto, da attuare in due tranche, con sostituzione della pietra serena.