Atti vandalici nella Chiocciola. Tuliani attacca: “Offesa alla città che non fa onore al popolo tartuchino”

Il duro attacco del priore

Il priore della Chiocciola, Maurizio Tuliani, interviene in merito all’ennesimo ripetersi di atti vandalici a danno della contrada, a suo dire attribuibili ad alcuni contradaioli della Tartuca. Sono stati rinvenute scritte con lo spray sui cartelli di Porta San Marco e sulle lastre, oltre che su una porta che conduce in società:

“Siamo di fronte all’ennesimo ripetersi di atti vandalici da parte di contradaioli della Tartuca  è la nota del Priore – Nella notte di domenica sono apparse vigliacche imbrattature con vernice alla sede, ai monumenti e strade del rione di San Marco. Un’offesa alla città tutta. Siamo davanti alla totale mancanza di etica contradaiola. Credo che debba essere spiegato, da chi compete, che vincere un Palio non dà alcun potere di onnipotenza né autorità di compiere atti di spregio verso la rivale e il suo rione. Purtroppo questo offensivo e vigliacco modo di agire sta diventato consueto, visto che sono già molti gli episodi di vandalismo segnalati alle autorità. Amaramente devo constatare che, dopo aver coinvolto amichevolmente fin primi episodi il Priore della Tartuca ed aver avuto rassicurazioni sul cessare di atti di tale gravità, non si sia in grado di gestire certi personaggi. Credo che questo non faccia onore alla gran parte del popolo tartuchino che sono certo non condivida tali azioni che stanno ormai marcando uno stile di agire. Naturalmente abbiamo provveduto a denunciare alle autorità preposte l’episodio al fine di accertare le responsabilità”.