Bocci (collegio dei geometri) su Piano Operativo: “Serve norma chiara per recuperare il patrimonio edilizio”

Il consigliere del collegio a Siena Tv: “Oggi a Siena è tutto restauro conservativo, non si può fare nemmeno un sottotetto”

Il nuovo piano operativo del Comune di Siena, lo strumento che detta le regole d’uso del territorio, è in fase di costruzione, siamo alla fase degli adempimenti formali con Regione e Soprintendenza. In vista del suo completamento, a dire la sua ai microfoni di Siena Tv è Massimo Bocci, consigliere del collegio dei geometri di Siena, che chiede norme chiare e capaci di dare slancio alla città.

“Quello che vogliamo e abbiamo chiesto – ha detto ai microfoni di Siena Tv – è una normativa chiara, dei chiari intenti per il recupero del patrimonio edilizio esistente, unica via che può fare economia. Non si può non passare da interventi trasformativi. In altri comuni abbiamo potuto constatare che il recupero non è possibile perchè si limita tutto all’estrema conservazione. Oggi nel centro non si può fare quasi nulla, tutto è restauro conservativo, non si può fare nemmeno un sottotetto o un ufficio. Serve una norma chiara che dica cosa si può fare e non , che consenta di lavorare e a professionisti, cittadini e imprese di poter recuperare il patrimonio”.

Errebian
Estra
All Clean Sanex
Centro Farc
Terre Cablate
Europa Due