Colle, Donati: “Quarantena potrebbe mettere in crisi tutto il sistema scolastico”

“Non sono preoccupato per il numero dei positivi, ma per il fatto che per ogni contagiato dobbiamo chiudere una intera classe e i professori” afferma il sindaco

“Non sono preoccupato tanto per il numero dei positivi, che tra l’altro non sono ragazzi del nostro Comune, ma per il fatto che per ogni contagiato dobbiamo chiudere una intera classe”. Sono le parole di Alessandro Donati, sindaco di Colle di Val d’Elsa, che a margine della conferenza stampa con Acquedotto del Fiora su infrastrutture, sostenibilità e innovazione, commenta la situazione dei casi positivi al Covid-19 in ambito scolastico.

“Abbiamo tre classi chiuse – spiega Donati – una del Don Bosco e due del Liceo Volta. Ciò comporta la quarantena dei ragazzi e dei professori. Questo potrebbe mettere in crisi tutto il sistema scolastico nel caso il numero degli insegnanti in quarantena fosse alto. Mantenere le scuole aperte è determinante – chiude Donati – mi appello a famiglie e ragazzi ad un comportamento diligente non soltanto all’aperto”.