Consorzio Agrario di Siena, incalzano i sindacati: “Serve più chiarezza, dipendenti preoccupati”

FLAI CGIL e FAI CISL: "Il piano industriale non ci è mai stato consegnato a causa della presunta contrarietà del CdA appena eletto. I dipendenti esprimono preoccupazione e chiedono chiarezza"

“Dagli organi di stampa si apprendono notizie preoccupanti in merito al futuro del Consorzio Agrario di Sienadenunciano FLAI CGIL e FAI CISL.

“All’Azienda abbiamo ripetutamente chiesto il piano industriale che ci è stato presentato per sommi capi – sottolineano i sindacati – ma non ci è mai stato consegnato a causa della presunta contrarietà del CdA appena eletto. I dipendenti esprimono preoccupazione e chiedono chiarezza”. “Attendiamo che il Consiglio d’Amministrazione – spiegano le organizzazioni sindacali – risponda alla nostra richiesta urgente d’incontro”.

“Il Consorzio Agrario, ramificato nelle province di Siena ed Arezzo con i suoi 200 posti di lavoro ed un significativo indotto – concludono FLAI e FAI – è una delle aziende più importanti del territorio, va assolutamente salvaguardata così come l’indipendenza e la territorialità che questa struttura ha e che le permette di fornire beni e servizi di livello per tutto il tessuto agricolo ed agroalimentare”.