Controversia Rastrello-Bertoni al Tar, Comune di Siena studia la strategia in vista dell'udienza

Quella di giovedì 7 dicembre sarà una sentenza “di merito”, per la quale è possibile che il tribunale si prenda fino a quarantacinque giorni di tempo per una decisione definitiva

Di Redazione | 5 Dicembre 2023 alle 13:28

Il Comune di Siena prosegue nella sua attività di monitoraggio degli impianti “Artemio Franchi” e “Massimo Bertoni”, oggetto del contenzioso fra l’amministrazione, proprietaria delle strutture, e la proprietà dell’Acr Siena. Sulla questione è attesa l’udienza del Tribunale Amministrativo Regionale della Toscana.

Assieme ai nostri legali – sostiene l’assessore all’edilizia sportiva del Comune di Siena Lorenzo Loré – stiamo approntando e definendo ulteriormente la strategia affinché, sulla base dei documenti e dei fatti, che sono sotto gli occhi di tutti, l’amministrazione torni quanto prima in possesso delle strutture, ovvero dello stadio Franchi e del campo Bertoni all’Acquacalda. I passaggi fin qui effettuati, fin dalla risoluzione della convenzione con l’Acr Siena, contestando inadempimenti legati alla non effettuazione dei lavori previsti, vanno in questa direzione. Allo stesso tempo e per quanto consentito dalle norme, proseguiamo con il monitoraggio degli impianti, che sono un bene della comunità senese, nella speranza che la parentesi sia finalmente conclusa e si possa tornare a ragionare sull’utilizzo delle strutture”.

Quella di giovedì 7 dicembre sarà una sentenza “di merito”, per la quale è possibile che il tribunale si prenda fino a quarantacinque giorni di tempo per una decisione definitiva. L’assessore all’edilizia sportiva Loré convocherà nei prossimi giorni una rappresentanza di tifosi e sportivi del Siena per fare il punto della situazione sul futuro delle strutture sportive.



Articoli correlati

Exit mobile version