Costone donne, buona la prima

Le ragazze conquistano i primi 2 punti sul difficile campo della Named di S.Giovanni Valdarno

Le ragazze del Costone iniziano alla grande il proprio cammino in Serie B, andando a conquistare i primi 2 punti sul difficile campo della Named di S.Giovanni V.no.  Nonostante un buona partenza, le padrone di casa nel secondo quarto subiscono il ritorno delle senesi, brave a stringere le maglie difensive, un po’ troppo larghe nella parte iniziale della gara. Si passa così al +6 per le valdarnesi a fine prima frazione, al 26 pari dell’intervallo. Al rientro in campo, le costoniane si presentano con una verve impressionante, tanto che le avversarie  rimangono stordite dai colpi a ripetizione di Dragoni e Barbucci che assieme alla spinta di Bonaccini e la determinazione di Pierucci, scavano un solco importante che a fine 3° quarto fa registrare un parziale di 10-21 a favore delle senesi.  Ma la grande sorpresa di questa prima uscita stagionale è rappresentata dalla prestazione della giovane Vittoria Dragone che per nulla intimorita dal quasi debutto in serie B (lo scorso campionato fece solo qualche timida apparizione), ha concluso in doppia cifra con un bottino personale di 12 punti, seconda miglior realizzatrice delle bianconere, risultando assai incisiva nelle sue incursioni nel pitturato. Con un rassicurante vantaggio di 11 lunghezze, Il Costone è riuscito a controllare agevolmente il finale, anche se la formazione di coach Venturi si è rifatta pericolosamente sotto, fino a risalire al -5. Ma la grande difesa di Sardelli e company ha fatto il resto e Costone meritatamente vittorioso alla sirena finale.

Assai soddisfatto coach Marco Meoni che a fine partita, così ha commentato la prestazione delle sue ragazze: “Sono contento per questo successo, ottenuto con grande volontà. La squadra ha dimostrato un buon carattere, ma d’altronde conoscevo il valore di questo gruppo che ha avuto in Tognaccini la giocatrice più pericolosa. E’ vero che la squadra avversaria lamentava l’assenza di Innocenti, ma giocare su questo campo è sempre difficile. Quando abbiamo capito che era necessario aumentare il ritmo, la gara si è incanalata su binari a noi favorevoli. Poi alla fine sono riuscito anche far ruotare tutte le effettive. Questa vittoria ci infonde tantissimo morale”.