E’ morto Franco Nobile, il padre della Legatumori di Siena

Franco Nobile aveva 86 anni

Aveva 86 anni Franco Nobile, il padre della Legatumori di Siena, e da tempo era ricoverato nella residenza Caccialupi dove è morto questa sera. Da tempo si erano aggravati i problemi di salute che gli avevano impedito di proseguire il suo impegno alla Lilt.

Nato a Rieti, si era laureato in Medicina ed era stato assistente nella Clinica Chirurgica del Policlinico di Siena per poi specializzarsi in Oncologia all’Istituto di Anatomia Patologica dell’Università di Roma col massimo dei voti.

Nel 1970 fu eletto presidente provinciale della sezione di Siena della Lega italiana per la lotta contro i tumori incarico che ha ricoperto senza interruzioni fino a pochi mesi fa. La vita lo aveva duramente provato con la scomparsa in giovane età della figlia e della moglie ma il suo impegno per la medicina e la ricerca non era venuto mai meno.

A Siena ha promosso numerose campagne di prevenzione, anche in collaborazione con le contrade, tra le quali la sua Tartuca.

A fine anni ’80 ha guidato il primo screening oncologico effettuato in un Paese NATO ad un intero reggimento di reduci dai Balcani per la valutazione dei rischi connessi all’uso bellico dell’Uranio Impoverito, in collaborazione con l’Università di Siena e gli alti gradi della Sanità Militare e si è personalmente recato nel Kossovo a prelevare campioni ambientali da analizzare, presentando i risultati in un convegno organizzato dall’Amministrazione Provinciale di Roma. Ha partecipato come relatore alle due successive Commissioni Parlamentari di Inchiesta sull’Uranio Impoverito nel 2005 e nel 2008.

Su proposta del Ministero della Salute, nell’aprile 2004 ha ricevuto al Quirinale dal Presidente Ciampi la medaglia d’oro al merito della Sanità Pubblica.

Al figlio e ai nipoti le condoglianze dell’editore e della redazione di RadioSienaTv.