Enti partecipati, i risultati di gestione: 8 società su 10 in utile nel 2018

Deliberata in Consiglio comunale la relazione

Partecipate, deliberata dall’assemblea consiliare, nella seduta odierna, la presa d’atto della relazione sui risultati globali della gestione 2018 di enti e organismi costituiti per l’esercizio di funzioni e servizi comunali. Il documento esamina le risultanze annuali delle partecipate che, a vario titolo, fanno riferimento all’Ente e copre un ambito più ampio del bilancio consolidato.

L’assessore al Bilancio Luciano Fazzi, ha affermato come “il rapporto è finalizzato non solo a rispondere alle esigenze normative e regolamentari, ma soprattutto alla necessità di conoscere in modo sufficientemente completo i risultati del “gruppo pubblico comunale”, attraverso l’esame degli aspetti patrimoniali e dei principali elementi della gestione”.

Il rapporto risulta strutturato in quattro parti: nella prima sono prese in considerazione le società di capitali: Acquedotto del Fiora, Fises, Intesa, Microcredito di solidarietà, Siena Ambiente, Siena Casa, Siena Parcheggi, Società consortile Energia Toscana (CET), Tra.in, oltre a Terre di Siena Lab, del quale l’amministrazione ha recentemente deliberato la dismissione. Nella seconda i consorzi: Terrecablate e la Società della Salute Senese; nella terza parte vengono analizzate le fondazioni: Accademia Musicale Chigiana, Derek Rocco Barnabei, ForTeS, Futura per Dopo di Noi onlus, Monastero onlus, MPS, Musei Senesi, Toscana Life Sciences, ITS Vita e ITS TAB; nell’ultima gli enti con natura giuridica diversa come l’ASP Città di Siena, l’Associazione Siena Jazz, l’Istituto di alta formazione musicale “Rinaldo Franci”, l’Enoteca italiana (in liquidazione), la Biblioteca Comunale degli Intronati, ATO Toscana sud e l’Autorità Idrica Toscana.

<<Il valore delle partecipazioni societarie comunali – ha proseguito Fazzi – calcolato con il criterio del patrimonio netto, supera i 38 milioni di euro, in crescita di circa due milioni di euro rispetto al 2017. L’unica società interamente posseduta dal Comune è Siena Parcheggi, che ha migliorato il proprio risultato in termini di fatturato e, soprattutto, di utile di esercizio. Ciò rappresenta la positiva premessa per l’assunzione, prevista da gennaio 2020 e inizialmente per sei anni, delle nuove attività di gestione in house delle entrate dell’Ente. Particolarmente positivo il risultato economico di Acquedotto del Fiora, di cui l’amministrazione detiene il 5,24%, con fatturato in crescita del 13% e utile pressoché raddoppiato rispetto al 2017.

Otto società su dieci hanno chiuso il 2018 in utile; delle due società in negativo, la Fises, che detiene un patrimonio netto particolarmente cospicuo, ha coperto le perdite con proprie riserve, senza richiedere esborsi o accantonamenti, mentre TerrediSienaLab ha portato a nuovo le perdite. L’esame delle più importanti partecipazioni di secondo livello riguarda in primo luogo i grandi gestori di servizi pubblici locali su scala pluriprovinciale: Tiemme, di cui TRA.IN. è socia al 36,72%, e SEI Toscana, che fa capo a Siena Ambiente per il 24,87%, o che estendono la loro sfera di attività anche oltre i confini regionali  come il gruppo Estra, posseduto per il 25,14% da Intesa.

Fra i consorzi, Terrecablate prosegue nel 2018 nel miglioramento strutturale degli equilibri e anche la sua partecipata TCRS (Terrecablate Reti e Servizi) chiude con un utile significativo. La produzione della Società della Salute Senese ha superato nel 2018 gli 11 milioni di euro (+12%) con un risultato economico sostanzialmente equilibrato.

Ancora positivo il risultato dell’ASP Città di Siena, con un valore della produzione di circa 20 milioni, continuando a perseguire l’obiettivo di rafforzare la rete sociale del territorio, al fine di renderla sempre più capillare, attraverso il coinvolgimento attivo della contrade e del vasto mondo del volontariato con le sue numerose associazioni. Siena Jazz ha proseguito nel 2018 nell’azione di superamento delle criticità passate, registrando una più decisa crescita del patrimonio netto, condizione che può meglio sostenere l’ampliamento dell’offerta formativa di qualità (biennio universitario di specializzazione).

Fra gli enti di natura pubblica, una nota particolarmente positiva è rappresentata dall’Istituto Franci, che sta entrando nella fase di definitiva statizzazione, con un patrimonio rafforzato e un avanzo di amministrazione in netta crescita; la diversificazione delle entrate ha consentito al Comune, nel 2018, una riduzione del suo impegno finanziario annuale.

Errebian
Estra
All Clean Sanex
Centro Farc
Terre Cablate
Europa Due