Evasione fiscale, società della Val d’Elsa sottraeva al Fisco 30mila euro

La Guardia di Finanza di Siena ha scoperto un’azienda edile che per il 2014 ha presentato una dichiarazione fiscale infedele

Nell’ambito dell’attività d’istituto volta al contrasto del sommerso d’azienda nel settore immobiliare, le Fiamme Gialle hanno scoperto un soggetto, operante in Val d’Elsa, che per l’anno di imposta 2014 ha presentato la dichiarazione fiscale ai fini Ires infedele. La società, nel campo dell’edilizia, ha presentato la prescritta dichiarazione fiscale per l’anno 2014 infedele portando in deduzione componenti negativi di reddito, in realtà non deducibili.

L’impresa, nonostante riportasse in bilancio una sostanziosa perdita civilistica, ha provveduto ad erogare i compensi agli amministratori della stessa, portando in deduzione i relativi costi. Tuttavia, risultando questi sproporzionati rispetto all’utile civilistico derivante dalla gestione aziendale e al reddito dichiarato dal soggetto economico, sono stati ritenuti non deducibiliAll’esito di tale attività sono stati recuperati a tassazione circa 30mila euro.

L’azione dei finanzieri rientra, dunque, in una linea di azione più ampia e fondamentale nell’ambito delle funzioni di polizia economico-finanziaria del Corpo, in prima linea nel contrasto a tutti quei fenomeni di illegalità economica, in particolare all’economia sommersa, all’evasione e le frodi fiscali che alterano le regole del mercato e danneggiano i cittadini e gli imprenditori onesti.

Errebian
All Clean Sanex
Estra
Electronic Flare
Terre Cablate
Centro Farc
Siena Bureau
Europa Due