Finisce l’odissea, Taverne ha di nuovo il suo campo sportivo: ieri il taglio del nastro

L’opera rimase incompleta e degradata dopo il fallimento del progetto Mezzaroma, che voleva farne il centro sportivo dell’Ac Siena: il Comune ha investito 600mila restituendo la struttura all’Asta Taverne, costretta ad anni di peregrinazioni per la Provincia

Da ieri pomeriggio Taverne ha di nuovo il suo impianto sportivo. Dopo anni di contenzioso, in seguito al fallimento del progetto principiato nel 2010 dal vecchio presidente della Robur Massimo Mezzaroma, che voleva farne il centro sportivo dei bianconeri in Serie A. L’area rimase nel limbo tra incuria e abbandono, finchè il Comune di Siena non ha poi preso possesso dell’area nel 2016,  completando la riqualificazione della struttura, per una spesa di 600mila euro. Restituendo al’Asta Taverne, costretta a girovagare per i campi della Provincia, una casa vera e propria. Ieri si è tenuta l’inaugurazione dei lavori alla presenza delle varie autorità, ma non è finita qui perchè c’è un altro milione circa già disponibile per ulteriori miglioramenti e per fare del campo di Taverne un centro federale per il calcio giovanile.

“Asta Taverne ha saputo mantenere viva la propria attività, conseguendo anche qualche successo sportivo importante – ha detto il sindaco Bruno Valentini – Sia la società che la comunità di Taverne si sono fidati dell’impegno del Comune di restituire loro un impianto a posto. 5 anni fa promisi che Taverne avrebbe riavuto il suo impianto sportivo e quella promessa è stata mantenuta ma grande merito va anche a chi ha saputo tenere viva e funzionante l’associazione in tutto questo periodo”.

Errebian
All Clean Sanex
Estra
Electronic Flare
Terre Cablate
Centro Farc
Europa Due
Siena Bureau