Flavio Mocenni: un selvaiolo diciassette volte vittorioso

La prima gioia nel 1953: “Un grande orgoglio”

Il trionfo nella Carriera del 16 agosto 2019 rappresenta l’ennesima gioia per Flavio Mocenni, ex priore e storico contradaiolo della Selva specializzato in vittorie: quella riportata nel tufo di Piazza del Campo è la 17esima nell’arco della sua vita. E’ ancora emozionato Mocenni, che ai nostri microfoni rivive i momenti e le gioie che hanno rappresentato la sua vita da contradaiolo. Un traguardo davvero invidiabile:

“Una grandissima gioia vivere diciassette vittorie, dalla prima del 1953, dopo 34 di digiuno e sofferenze, a quella di oggi – ha affermato – Un grande orgoglio, anche nei miei 10 anni da Priore, con un capitano come Fabio Rugani, indimenticabile. Una vittoria speciale? La più emozionante nel ’53, poi nel 1962 ero cancelliere e il capitano di allora, Umberto Bonelli, mi volle nominare mangino. L’anno della svolta”.