Guardia di Finanza di Siena scopre una vasta piantagione di marijuana

Le fiamme gialle hanno scoperto, grazie a una ricognizione aerea, la piantagione nascosta in una radura tra Poggibonsi e Barberino Tavarnelle. Lo stupefacente prodotto era pronto a fruttare circa 15mila euro

Una estesa piantagione di cannabis, ben nascosta tra la fitta vegetazione, è stata individuata di recente dalle Fiamme Gialle senesi a seguito di una segnalazione pervenuta della Sezione Aerea della Guardia di Finanza di Pisa durante un sorvolo del fiume Elsa fra i comuni di Poggibonsi e Barberino Tavarnelle.

I militari intervenuti sul posto hanno rinvenuto, nascoste all’interno di una radura circondata da rovi e nascosta da fitta vegetazione, circa 50 piante di canapa alte fino a tre metri in fase di maturazione, 150 arbusti privi di foglie lasciati in appositi vasi e circa 170 grammi di foglie di marijuana avvolte in appositi contenitori di nylon predisposti, verosimilmente, per la minuta vendita. L’intera piantagione era attrezzata con autonomo impianto di irrigazione con pompa ad immersione che non necessitava della costante presenza dell’uomo.

Le piante di cannabis da cui sarebbero stati rinvenuti oltre 8 chilogrammi di prodotto, se immesso nel mercato degli stupefacenti, avrebbero fruttato un profitto illecito di circa 15.000 euro. Il prodotto rinvenuto è stato immediatamente posto sotto sequestro al fine di impedirne la commercializzazione.