Il cinema piange Bernardo Bertolucci: tra Siena e il Chianti le riprese di “Io ballo da sola”

Il celebre film del 1996 ambientato tra le colline senesi

Un grande lutto ha colpito oggi il mondo del cinema italiano ed internazionale: è scomparso a 77 anni, dopo lunga malattia, Bernardo Bertolucci, celebre maestro di cinema parmense, vincitore del Premio Oscar 1988 come miglior regista e sceneggiatore per l’Ultimo Imperatore e del Leone d’Oro alla Carriera al Festival di Venezia, e autore di pellicole celebri come Novecento (1976) e Ultimo Tango a Parigi (1972) con attori del calibro di Robert De Niro, Gerard Depardieu e Marlon Brando.

Bertolucci si legò anche a Siena e al suo territorio, scegliendolo per le riprese di un altro film molto famoso e pluripremiato, “Io ballo da sola”, del 1996, la storia di Lucy, una giovane Liv Tyler, che ospitata per le vacanza a casa di una coppia di amici residenti in una casa colonica nelle colline senesi, fa la sue prime esperienze sentimentali e amorose, scoprendo anche l’identità del padre. Le sculture realizzate da Ian sono opera di Matthew Spender, noto artista americano residente a Gaiole in Chianti mentre i gioielli creati da Miranda sono di Giorgio Vigna.

Il film fu girato prevalentemente nei dintorni di Siena, nella tenuta del Castello di Brolio della famiglia Ricasoli a Gaiole in Chianti, a Scorgiano, tra i comuni di Casole d’Elsa e Monteriggioni, nella villa senese Bianchi Bandinelli di Geggiano e all’Acqua Borra nel comune di Castelnuovo Berardenga.