Il Costone batte Carrara all’esordio casalingo in Poule A

La Vismederi raccoglie la prima vittoria nella seconda fase. Juliatto assoluto protagonista: 27 punti per lui

VISMEDERI COSTONE SIENA – AUDAX CARRARA 89-78 (21-22, 48-38, 69-55)

VISMEDERI COSTONE SIENA: Ceccarelli 7, Bruttini 15, Tognazzi 16, Pinna 4, Juliatto 27, Ondo Mengue 3, Ricci 6, Lucas Silveira 11, Panichi, Ciompi, Angeli ne, Falsetti ne. All. Braccagni
AUDAX CARRARA: Riccardi 6, Mezzani 8, Melosi 13, Tealdi 15, Menconi 10, Viola 17, Melegari 7, Lulli 2, Giusti ne, Tosi ne. All. Cristelli

Torna alla vittoria la Vismederi Costone e lo fa in maniera spavalda, contro una formazione, l’Audax Carrara, che comunque ha dimostrato delle buone individualità oltre che un gioco corale che in più di una circostanza ha messo in difficoltà la formazione senese. La 1^ frazione è all’insegna del massimo equilibrio, con timidi allunghi prima degli ospiti (6-9 al 4’), poi dei padroni di casa (18-13 al 7’). Juliatto però è subito mattatore con delle giocate da vero fuoriclasse; l’italo-brasialiano gioca contro tutti, ma nonostante ciò Carrara chiude alla 1^ sirena avanti di 1, complice una difesa locale poco attenta. Dopo il 21-27 del 12’ propiziato da una bomba di Viola, il migliore tra i gialloblu assieme a Tealdi, i costoniani risalgono prepotentemente la china grazie ancora alle magie di Juliatto che infila due triple consecutive, ben spalleggiato dall’altro brasiliano Lucas Silveira che nel pitturato emerge con prepotenza. Poi ci pensa Tognazzi, utilizzato come play per dare respiro a un Ceccarelli non al massimo a causa di una fastidiosa tendinite alle caviglie (Angeli invece è proprio out), a contribuire con le sue solite giocate a un parziale di 19-2 che cambia completamente gli equilibri in campo (40-29 al 17’). Carrara comunque non demorde, rosicchia qualcosa, ma subisce l’irruenza dei senesi che a tratti fanno viaggiare il contropiede in maniera davvero convincente. Al riposo si va con il Costone avanti di 10, ma con la gara che è ancora tutta da giocarsi, tanto che i marmiferi al 24’ sono lì (52-49). Poi ecco i canestri di Bruttini, ancora Tognazzi e di un generoso Ceccarelli, ma soprattutto è Juliatto a mandare in tilt la difesa carrarese (67-51 al 28’). I contropiedi di uno scatenato duo Ricci-Juliatto valgono il +19 del 33’ (75-56), ma l’Audax non molla mai, dimezza il divario, ma non può andare oltre.